mercoledì 29 gennaio 2014

Il Sermone sul monte, parte sesta





‹‹Stellina, senti, ora gli telefono, punto.››
   ‹‹No Bonto, lascia perdere, è inutile prendersela.››
   ‹‹Non sopporto quando ti feriscono, tu sei sensibile ed ora ci penso io, lo farò smettere, per favore lasciamelo fare.››
   ‹‹Il mio paladino della giustizia…›› sorrido io, ‹‹poi ti arrabbieresti e sai che Dio non vuole››
   ‹‹Beh ma con una legnata sulle gambine data con amore si possono risolvere tante cose›› mi dice in maniera sarcastica.
   ‹‹Bonto, smettila e se ci fosse qui Gesù?››
   ‹‹Sì sì lo so… e comunque non c’è, e dopotutto quell’uomo si è comportato male con te, nei suoi modi c’era cattiveria, giusto una bottarella sui denti per azzittirlo…››

   All’istante scompaiono le pareti del nostro appartamento e ci troviamo in mezzo a della strana gente ammassata che ci spinge in prima fila.

   ‹‹Voi avete udito che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma io vi dico: non contrastate il malvagio…››

   ‹‹Guarda un po’ chi c’è›› sussurro impertinente a Fabio, chiudendogli la bocca spalancata con la mano destra.
   ‹‹Ma-ma…›› balbetta lui impalato.
   ‹‹Schhh ascoltiamo il Signore in silenzio.››

   ‹‹… anzi, se uno ti percuote sulla guancia destra, porgigli anche l’altra; e a chi vuol litigare con te e prenderti la tunica, lasciagli anche il mantello. Se uno ti costringe a fare un miglio, fanne con lui due. Da a chi ti chiede, e a chi desidera un prestito da te, non voltar le spalle.››

   ‹‹Hai sentito quello che ha detto?›› pungolo Fabio al mio fianco.
   ‹‹Cos’è successo?›› risponde sotto choc. ‹‹Dove, dove siamo Stellina!››
   ‹‹Non lo riconosci? Siamo ai piedi del monte no? Io ormai sono di casa qui›› affermo impettita. ‹‹Sta volta però ha fatto venire anche te, e qualche sospettuccio sul perché ce l’ho…››
   ‹‹È-è il Signore??››
   ‹‹Sì›› rispondo con gli occhi illuminati.

   La risposta dolce calma il furore, ma la parola dura eccita l’ira…

   ‹‹L’hai sentito anche tu?!››
   ‹‹Sì Bonto, l’ho sentito, ci sta parlando nella mente…››

   Fabio, sai perché ti ho chiamato? ci penetra la voce di Gesù come in un sussurro.
   Io-io immagino di sì, afferma mio marito chinando la testa.
   La tua voglia di giustizia è forte, pensi che Dio non la capisca?
   No, non mi permetterei mai…
   Bene, allora domina la tua ira. Hai compreso il senso delle parole che ho pronunciato ora sul monte?

   Lo so io lo so io! intervengo come una scolaretta stile Hermione Granger.

   Oh cara Viviana cosa si deve fare per contenerti? ci trasmette il Signore mentalmente.

   Sì, penso di aver capito, continua Fabio, solo che è così difficile, a volte ho un fuoco dentro e mi si alza la pressione ad assistere ad alcuni comportamenti umani.
   Tu sei umano.
   Certo però…
   Pensi di essere diverso? Anche tu nella tua vita hai ferito o parlato con cattiveria, però se fai entrare Dio nel tuo cuore cambierai come già sei cambiato, e il tuo cambiamento influirà positivamente sul prossimo. Capisci? Prega per l’umiltà, che non significa non esprimere le proprie opinioni, solo il non rispondere con la stessa moneta e il non voler a tutti i costi prevalere per una propria giustizia personale. Anche se doveste avere ragione, non è con la violenza né verbale, né fisica che otterrete qualcosa. E non pensiate sempre di possedere la Verità, quella appartiene solo a Dio, che dall'alto vede le vostre incomprensioni, anche se spesso alla fine dite la stessa cosa.

   Vi ho lasciato apposta il mio esempio affinchè lo seguiate, lo capite?

   Cari, amati figli di Dio, nel mondo, ci saranno sempre situazioni in cui sarete trattati male e subirete ingiustizie, ma se con l’aiuto di Dio manterrete la calma, e non vi lascerete dominare dall’ira “lasciando anche il mantello” a chi vuol litigare con voi, non fomenterete la cattiveria altrui, al contrario la smorzerete!
   Concedete anziché contrastare e sforzatevi di dare a chi vi chiede, avendo il cuore aperto al dare. Non fate prevalere l’egoismo, bensì l’altruismo. Secondo le vostre possibilità siate pronti ad aiutare chi ha bisogno, chiunque sia, perché il Padre vostro che è nei cieli sa che se tutti i Suoi figli lo facessero, avreste fin da ora un mondo migliore.
   E se sarete impegnati a fare il bene il male fuggirà.

   Grazie Signore, pensiamo all’unisono io e Fabio.
   Dacci la forza di farlo, quante volte ho sbagliato… seguito io, e se l’ira ci invade, fermaci prima che sia troppo tardi!
   La scelta è solo vostra, io sono sempre con voi, fin quando tornerò sulla terra, ma sta a voi scegliere di ascoltare la mia voce, quella che nel cuore vi avvisa in tempo prima che sia troppo tardi. Se lo farete, sarà una catena, e l’amore, come il vento si spanderà librandosi da una estremità all’altra nel mondo e Dio sorriderà.

   Di colpo, veniamo trasportati nel nostro appartamento. ‹‹Hey›› esclama Fabio, ‹‹guarda! Ma siamo tornati a casa, dov’è il Signore?››
   ‹‹Dentro di noi, Bonto, è costantemente dentro di noi.›› ‹‹Per cui… a quell'uomo niente legnatina sulle gambine okay?››
   ‹‹Nemmeno una bottarellina sui denti immagino››
   ‹‹Immagini bene›› e guardandoci sorridiamo pronti ad affrontare le nuove sfide della vita, con le parole di Gesù impresse nei cuori.




 Riferimenti biblici: Matteo 5:38-42 ; Proverbi 15:1




11 commenti :

  1. stavolta hai portato anche Gesu' sul monte ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire Fabio? :) Eh sì, ci voleva proprio questa passeggiata a noi due, per rammentare le parole del Signore :D

      Elimina
  2. Parole che fanno sempre bene:)

    RispondiElimina
  3. Proprio una bella lezione! Grazie per avermela ricordata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In verità l'ho ricordata ad entrambi ;D e grazie a Dio! ♥

      Elimina
  4. Allora niente legnatine sulle gambe! Ok, cercherò di ricordarmelo pure io!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha! mi fai sempre sorridere KoKO pi :D

      Elimina
  5. "Vi ho lasciato apposta il mio esempio affinchè lo seguiate, lo capite?"
    Ahah lo capiamo ma siamo cocciuti >_< mi sento molto identificato in
    questo articolo ehehe bellissimo come sempre! Complimenti :)
    Diego Luna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diego!!! Eh non parlarmi di cocciutaggine! mia mamma diceva che ero una testa quadra :S però la bella notizia è che col tempo si migliora, e Dio diventa parte di te :D
      Grazie infinitissime per i tuoi complimenti, non sai quanto mi fa piacere il fatto che tu sia così presente, GRAZIE! :D

      Elimina

Se vi va lasciate un commento, e vedrete che dal monitor sorriderò! :D