mercoledì 26 febbraio 2014

#INCERTEZZA: SOS Parola di Dio!


Ed eccoci al secondo post dedicato alle sezione: SOS Parola di Dio! :)
   La scorsa volta avevamo parlato della Paura, e a questo proposito vi ringrazio immensamente per i vostri commenti e la vostra presenza, significano moltissimo per me e il condividere tra di noi mi da come l’impressione di camminare insieme, almeno in una piccola parte di questo grande percorso di “Vita” :)
   Ma bando alle ciance, il tema di oggi riguarderà il sentimento dell’Incertezza (o almeno ci provo :|).  Argomento suggeritomi dalla mia splendida amica blogger Laura, e a proposito, se volete rifarvi gli occhi _ ed il palato _ e non l’aveste ancora fatto, correte a visitare il suo stupendo blog: Mondo Delizioso lei è davvero troppo brava!

   Commentando lo scorso post, entrambe ci siamo accorte di come l'incertezza rientri in una delle tante sfaccettature della paura. Infatti l’incertezza sul futuro, soprattutto in un periodo come il nostro, ci causa spavento. E’ come se mano a mano che camminiamo, sentissimo cedere quella già “precaria” terra sotto i piedi. Perderò il lavoro? Sarò in grado di pagare il mutuo? La salute dei miei cari verrà colpita da qualche malattia? Mio marito/moglie, mi tradirà? E ai miei figli? Che accadrà ai miei figli?   In quei momenti potrebbe sembrare di soffocare...
   
   Come per la paura, il mio pensiero è che anche l’incertezza sia un sentimento normalissimo, non è altro appunto, che la mancanza di certezza; la mancanza di un terreno solido sotto i piedi. In effetti la nostra conoscenza è e sarà sempre limitata. Non siamo nemmeno in grado di sapere cosa accadrà fra un minuto, figuriamoci domani o fra un mese. Chiaramente noi facciamo programmi, progetti, fissiamo obbiettivi da raggiungere, ed è normale occuparsi del nostro futuro, eppure tutto si basa sull’incertezza: non siamo noi che comandiamo gli eventi. Possiamo intraprendere una strada, tuttavia non saremo mai certi del fatto che le cose andranno secondo i nostri desideri.

   Ricordo di come Fabio, fosse vittima dell’incertezza economica, tanto vittima da coinvolgere me, una a cui i soldi non son mai importati un fico secco
   Ci accingevamo a vivere la nostra storia d’amore, pieni di sentimenti appena sbocciati, tanto desiderosi di essere annaffiati, con questo macigno pronto a schiacciarli. E il bello era che avevamo tutto, davvero tutto! Potevamo essere felici, e lo siamo stati, fino a che la felicità venne soffocata dalla preoccupazione di come, e se, ce l’avremmo fatta a tirare avanti, e in più ci si mise la mia forte incertezza sulla salute del mio amato Pio. E sapete l’altra cosa bella? Che ce la siamo sempre cavata. Quando eravamo agli sgoccioli, ci veniva costantemente lanciato un salvagente. Ma questo non servì ad evitarci di finire sull'orlo del baratro…
   
   La nostra esperienza, quindi, mi ha insegnato che non serve a niente vivere nell’incertezza, se non a farci perdere di vista la certezza del presente. Può servire a qualcosa perderla per un ipotetico futuro incerto? Io credo fermamente di no. Serve a qualcosa essere inghiottiti dall’incertezza che una presunta malattia possa coinvolgere i nostri cari, facendoci perdere momenti di preziosa salute? Per esperienza personale: direi proprio di no. E questo discorso potrebbe valere un pò per ogni cosa, sarebbe un pò come farsi del male da soli.

“Un animo sereno favorisce la guarigione, uno spirito depresso toglie la vita” 
Proverbi 17:22

   E soprattutto: 

“Quel che fa ricchi è la benedizione del Signore e il tormento che uno si da non le aggiunge nulla.” 
Proverbi 10:22

   Il tormento che uno si da non le aggiunge nulla, una risposta a un mio passato SOS, che porto con me e sfodero quando i pensieri vengono attanagliati da questo stato d’animo: “A Fabio potrebbe peggiorare quel piccolo problema di salute; potrei perdere quel poco lavoro che ho, non riuscire a sistemare la facciata che si sta “disintegrando”… il mio papà sta invecchiando, cosa potrà accadergli?”

   Il tormento che uno si da non aggiunge nulla a ciò che abbiamo o non abbiamo.

   Il tormento che mi do, può solo accecarmi davanti alla bellezza di quello che nel presente ho.

   Se ci lasciamo sopraffare dall’incertezza del futuro, sarà difficile se non impossibile essere felici. Per mia esperienza, ciò che mi ha salvata dal non essere inghiottita da questo sentimento è stato: arrendermi. Più precisamente capitolare a Dio. Arrendermi al fatto che a prescindere da quanto mi arrovellassi, o volessi proteggere i miei cari, beh, io non ce l’avrei fatta. Certo, avrei potuto adottare accorgimenti, ma non prevedere le variabili, né comandare che le cose andassero come volessi io. E a questo punto mi hanno confortato queste parole:

“Il cuore dell’uomo medita la sua via, ma il Signore dirige i suoi passi”.
Proverbi 16:9

  Non sono mai sola. Il mio futuro, come quello di chi desidera avere fede, è nelle Sue mani. Mani molto grandi. Mani molto grandi e amorevoli, nonostante in alcuni casi non lo capiamo.

   “Può una donna dimenticare il suo bambino o non amare più il suo piccolo che ha concepito? Anche se ci fosse una tale donna io non ti dimenticherò mai. Ecco io ti ho scolpita sulle palme delle mie mani.” 
Isaia 49:15,16

   Non sono parole meravigliose? La Bibbia _ per chi crede _ è stata scritta per noi, e questo è ciò che Dio stesso ci dice. Mi fa venire i brividi il pensiero che Lui non si dimenticherà mai di me, piccola creatura, e di tutti noi.
   Come è già successo; nel momento in cui griderò SOS verrà in mio soccorso. Verrà in soccorso ad ognuno di noi. La Fede può sconfiggere l’incertezza! 
   Potremo anche non avere potere sugli eventi, ma se è vero che i nostri stati d’animo influenzano, se non controllano, il nostro umore, abbiamo senz’altro il potere di indirizzare i nostri pensieri e ciò potrà trasformarci interiormente!
   Questo sì che dipende da noi!
   E se siamo uniti e impegnati nel vedere positivo, sarà una catena, e insieme sconfiggeremo il negativo che questo mondo a tutti i costi ci vuole imporre. Aiutare qualcuno ad essere meno incerto con una parola, la nostra presenza, un sorriso o una cosa pratica, è un ulteriore passo verso la certezza che l’amore esiste e che alla fine delle tempeste, a cui siamo sottoposti noi tutti in questa stessa barca, c’è un grande immenso arcobaleno :)

“Dio è per noi un rifugio e una forza, un aiuto sempre pronto nelle difficoltà. Perciò non temiamo se la terra è sconvolta, se i monti si muovono in mezzo al mare, se le sue acque rumoreggiano, schiumano e si gonfiano facendo tremare i monti . ... Le nazioni rumoreggiano, i regni vacillano... Il Signore degli eserciti è con noi, il Dio di Giacobbe è il nostro rifugio. Venite, guardate le opere del Signore, egli fa sulla terra cose stupende. Fa cessare le guerre fino all’estremità della terra… ‹‹Fermatevi›› dice, ‹‹e riconoscete che io sono Dio…››. Il Signore è con noi; … è il nostro rifugio.” 
Salmo 46

   Non vi sembra un passo attuale? “Non temete per il futuro, per il fatto che il mondo sembra andare a rotoli, né se vi capiterà qualcosa di brutto”, ci dice, e una cosa è certa: Dio non mente. Come nello scorso post, ciò che ho scritto è basato sulla mia piccola esperienza  personale e naturalmente sulla fede, e al di là di quella che può essere la credenza di ognuno di noi, ve lo dedico con il cuore, perchè so cosa significa soffrire psicologicamente. 
   Non possiamo evitare il nostro futuro, bello o brutto che sia, possiamo però, nonostante non sia facile e potremo non farcela in ogni occasione, non soccombere all’incertezza, e al voler a tutti costi avere il controllo su tutto. Possiamo vivere il nostro presente serenamente occupandoci del nostro futuro con la pace nel cuore sapendo che in Lui il futuro è una certezza di Eternità. Meraviglioso a pensarci su! ;)







Ed ora, quale sarà lo stato d’animo per la prossima volta? Volete suggerirmelo voi? Coraggio sparate! :D e chiaramente se volete altri post su specifiche sfaccettature della paura o dell’incertezza basta dirlo! Ed io, con l’aiuto del Signore, nel mio piccolo ci proverò ;)


Allora presto e un abbraccione a tutti :)


38 commenti :

  1. Come per ogni cosa, l'importante è non eccedere! Un po' di incertezza mette pepe nelle nostre vite. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si koko! Un pò di pepe non fa mica male... ;D

      Elimina
  2. Abbandonarsi a Lui ...é lì segreto della Vita!! ...ti lovvo Angioletto O:-) ♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione mia dolcissima amica, è proprio quello il segreto, non ci riesco in ogni momento, ma ogni giorno Lui mi aiuta a farlo un pò di più ♥ e che bello condividere e custodire lo stesso segreto eh??? Un mega abbraccione :) ♥

      Elimina
  3. Cara Vivy, tu centri sempre, ciò che affermi, ne sono orgoglioso di poterti sempre leggere.
    Buon pomeriggio cara amica, sempre con il sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi tocca moltissimo il tuo commento Tomaso! e tu non sai quanto io sia orgogliosa di averti nel mio blog! Ne sono tanto tanto felice e ogni tuo commento mi da una gran gioia e un sorrisone bello stampato sul viso. GRAZIE.
      Un buonissimissimo pomeriggi anche a te e un abbraccione :D

      Elimina
  4. Molto vero quello che hai scritto, infondo la paura porta incertezza e l'aver speranza solo in questa vita porta paura certa anche se qualcuno dice di no, perchè in fondo per tutti la paura maggiore che ci fà vivere incerti è la morte! Anche io e mia moglie ultimamente viviamo un periodo di incertezze di lavoro,di comunità, di politica che ti mette pensieri e paure, malattie o semplici discussioni, ma come sai e hai detto solo mettendo con fede ogni cosa a Dio colui che reputiamo se ci crediamo l'unico il quale può aiutarci e confortarci, possiamo far si che le paure e le incertezze si trasformino in felicità e certezza di un domani, ma non nel domani umano, non nel futuro che ognuno vorrebbe ma in quello che per la Sua volontà affronteremo sapendo con certezza che quel Regno che ci ha preparato è stupendo e soprattutto privo di paure e dolore! Solo se si ha questa fede e speranza la paura e l'incertezza non ci inonderanno, ma vivremo la vita come Dio ci ricorda, senza affanni ma con la certezza che Dio come cura le piante e gli uccelli curerà anche noi ogni giorno e anche il giorno o il periodo più brutto e doloroso della nostra vita passerà e un giorno credo non sarà nemmeno un brutto ricordo tanto saremo avvolti d'amore, serenità e pace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è vero... e condivido moltissimo anche la tua ultima frase, anche io penso sarà così :) e Romani 8 è uno dei nostri "baluardi" ;) preghiamo che il Signore ci infonda sempre la Sua pace e di rimanerGli sempre appiccicati :) e riguardo la vostra situazione, le nostre preghiere sono ai piedi del Signore e sono certa che ancora di più ora sentirete la Sua presenza, vi abbraccio forte :) ♥

      Elimina
  5. LUCA 22 Quindi disse ai suoi discepoli: “Per questo motivo vi dico: Cessate di essere ansiosi per la vostra anima, di ciò che mangerete, o per il vostro corpo, di ciò che indosserete. 23 Poiché l’anima vale più del cibo e il corpo più del vestito. 24 Notate che i corvi non seminano né raccolgono, e che non hanno né granaio né deposito, eppure Dio dà loro da mangiare. Quanto valete voi più degli uccelli! 25 Chi di voi può, essendo ansioso, aggiungere un cubito alla durata della sua vita? 26 Se dunque non potete fare la minima cosa, perché essere ansiosi per le rimanenti? 27 Notate come crescono i gigli; non si affaticano né filano; ma io vi dico: Nemmeno Salomone in tutta la sua gloria si adornò come uno di questi. 28 Se, dunque, Dio riveste così la vegetazione del campo che oggi è e domani è gettata nel forno, quanto più rivestirà voi, uomini di poca fede! 29 E cessate di cercare ciò che potrete mangiare e ciò che potrete bere, e cessate di affannarvi; 30 poiché tutte queste sono le cose che le nazioni del mondo cercano ansiosamente, ma il Padre vostro sa che avete bisogno di queste cose. 31 Tuttavia, cercate di continuo il suo regno, e queste cose vi saranno aggiunte.
    xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
    Di solito sono una persona che non si preoccupa e vive alla giornata pero' ultimamente avevo un problema che mi turbava,parlandone con qualcuno che mi aiutato a guardarlo obbiettivamente non posso dire che non mi preoccupo piu' ma lo vivo piu' serenamente ,tanto a preoccuparmi non risolvo niente. Tendevo a pensare al peggio quando l'anno scorso mi e' capitato invece fatti inimmaginabili e positivi .
    Non mi preoccupo piu' e metto i miei problemi nelle mani di Dio che sa cosa e' meglio per me.
    un abbraccio Vivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. propongo per il prossimo tema l'incertezza

      Elimina
    2. proprio fuori,l'incertezza e il dubbio sono sinonimi,propongo allora la gelosia

      Elimina
    3. Amo questo passo di Luca e me lo tengo stretto per quando trattero lo stato d'animo dell'ansia :) in fondo sono tutti sentimenti collegati :)
      Mi dispiace per il tuo problema, però sono contenta che ci sia stato qualcuno al tuo fianco con cui parlarne e anche che tu abbia messo i tuoi problemi nelle Sue mani e anche noi pregheremo per te ;)
      Grazie per la tua bella proposta e un abbracciottone a te! :D

      Elimina
    4. il problema e' sempre quello di cui tu sai,ma per quanto non va via lo affronto piu' serenamente. Aver chiarito perche' devo comportarmi cosi' ed essere capita e un sollievo,poi in primis ho messo Dio davanti alla "montagna" baciotto :*

      Elimina
    5. Sono tanto felice di questo :) ♥

      Elimina
  6. Ciao Viviana, quel che hai scritto mi fa pensare a quella piacevole "chiacchierata" che abbiamo fatto (messaggiandoci) pochi giorni fa. Abbiamo toccato questo argomento.....io personalmente HO IMPARATO a vivere nella totale assenza di paura, vivere qui e adesso la mia vita ed indirizzare sempre il pensiero positivo, concentrandomi su quello che voglio e NON su quello che NON voglio. Vivendo nell'incertezza del futuro non facciamo altro che avvelenare il nostro corpo, essa infatti è sorella della paura! Sono più che convinta che la vita che viviamo è quella in questo preciso momento, il domani è da vivere! Le aspettative ci logorano, così come le basse energie. Mi è stato tolto molto dalla vita, il dolore non è mancato, allora mi è venuto in aiuto Lui che mi ha fatto capire dove sbagliavo. Necessariamente ho cambiato visione, ed oggi , quando mi accade qualcosa di inaspettato la affronto e se è negativa almeno mi son risparmiata la sofferenza a priori. Ma se è positiva mi riempie di una gioia immensa!!!! ...parafrasando Lorenzo il Magnifico dico:.chi vuol esser lieto sia del doman non c'è certezza!! Ti abbraccio e mi complimento per quel che scrivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo il tuo commento che non posso che condividere. Sì, dalla conversazione che abbiamo fatto, ho visto alcune similitudini, dopotutto la sofferenza accomuna, chi più chi meno, tutti noi. Mi piace molto la frase dove dici che l'incertezza, così come tutti cattivi sentimenti, ci avvelenano il corpo. la disintossicazione non è facile, e almeno per me, è un processo continuo, però è più che possibile e mano a mano che si procede si sperimenta la gioia, si vedono cose sotto un'altra prospettiva e si VIVE :D
      Sono tanto contenta che Lui ti sia venuto in soccorso e che ti abbia liberato e ti liberi dal male. Ed anche io cerco di viverla così: se mi accade qualcosa di inaspettato ed è negativa almeno mi sono risparmiata l'affanno prima del tempo! ;)
      Quanto ci unisce Dio... per me solo questa è una immensa gioia ♥
      Ti abbraccio fortissimo anche io ringraziandoti immensamente sia del commento che della tua vicinanza :) ♥

      Elimina
    2. Tanto per sdrammatizzare......per disintossicarti: oltre all'aloe (due misurini al giorno) una buona dose di sano egoismo, una alzatina di spalle, immaginare di guardare negli occhi quel che ci vuole avvelenare e dire: "e no! qui si fa come dico io, gira il tuo lato B e vai...vai...vai". Ciao ciao e che la Luce sia con te.

      Elimina
    3. ahahahahaha!! :D
      anche con te ♥

      Elimina
  7. L'incertezza... UHmm .. in questo momento ho la stessa faccina interrogativa della fochetta che è nell'immagine.Mi riallaccio al commento di Patrizia, in quanto anche io ho imparato a vivere nella totale assenza di paura e di conseguenza di incertezza.. dico ho IMPARATO ,, perche' per un certo periodo le avevo eccome..in quanto ansiosa, ipocondriaca e insicura.Non mi sono mai pero' soffermata a pensare al futuro sotto l'aspetto economico, la vita di stenti mi ha insegnato a sapermi accontentare di cio che ho ,perchè chi ha vissuto con il niente, anche il poco è motivo di gioia..L'incertezza per il futuro.?. oh no, non piu ....sono in buone mani,non ho piu incertezze ,quello che mi riservera' la vita è nella mani del Signore.. e.. sia fatta la Sua volonta'. Sdrammatizzando.. adesso una incetezza cell'ho.. ma.. ma.. tu ti chiami Rita? Patrizia o....hahahhaahhahaah.... quanto sono rimbambita mammamia! chiedo venia anche a te! Feci la stessa cosa con Patrizia chiamando Rita anche lei... sorry ...Se vi fa piacere ,voi chiamatemi Astrubala!!!, prometto che spargero' il capo di cenere e nn faro' un fiato.. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha!! chiamami come vuoi, non c'è problema Astrubala!! ;) :D
      e riguardo al tuo commento, ancora una volta mi ci ritrovo in pieno, leggendo tra le righe mi accorgo che abbiamo davvero moltissimo in comune :) e soprattutto sono felice che anche tu abbia la chiave del segreto della vita ;)
      Grazie infinite anche a te per esserci :D un bacionissimooooooooooo ♥

      Elimina
    2. Sulle affinita' in comune, l'ho capito dal primo momento che ti ho letta .. ♥ E per quanto riguarda il segreto della vita, spero che tutti possano un giorno scoprirlo ,ed avere tra le mani quella chiave tanto preziosa :_)

      Elimina
    3. Ho la tua stessa forte speranza... tutti tutti tutti... ♥♥♥

      Elimina
  8. Ciao Viviana,
    mi farebbe piacere una tua visita da me http://universonokia.blogspot.it/
    Ti aspetto con gioia. Grazie e a presto.

    RispondiElimina
  9. L'incertezza è davvero una trappola, se ci impedisce di vivere il nostro presente, sono assolutamente d'accordo con te. La speranza ci fa vedere le cose con una prospettiva differente, positiva. Ma l'oggi è quello che dobbiamo vivere, in cui affrontare gioie e dolori, con animo gioioso, con la consapevolezza che non è per caso che ci siamo dentro! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero!! non è proprio per caso :D e il tuo animo si sente che è bello gioioso, lo trasmetti moltissimo!
      Grazie di esserci, mi fa davvero piacere!! :D

      Elimina
    2. Vivy, sei fantastica :) grazie !!

      Elimina
    3. grazieeeeeeeeeeeeee!! ma al massimo sono una fantastica pasticciona :P :D

      Elimina
  10. Paura e incertezza, come dice Koko in fondo fanno parte di noi, il punto è capire perchè questi, come altri stati d'animo, in certi momenti bloccano il nostro cammino! Perchè invece di usarli ne diventiamo preda? Vivere il nostro presente senza contaminarlo di incertezze sul futuro è una chiave, ma credo che sia necessario anche affrontare questi stati d'animo, fidarci di loro...guardarli in faccia e non metterli da parte solo perchè generano sofferenza! A volte guardo negli occhi la mia paura ed esasperata dico: " cosa vuoi? ".....se la ignoro, se non mi dedico, lei, la mia paura, cresce!
    Bello il tuo post! Mi piace leggerti, ma lo sai già. Una proposta per post futuri? Il senso di colpa, ti va?
    CIAO :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono d'accordo, bisogna assolutamente affrontarli questi stati d'animo, per capire e per capirsi, e soprattutto per non farci sopraffare :) è una volta che si acquista la consapevolezza che questi stati d'animo torneranno a fare il proprio dovere e a non tormentarci, o almeno è stato così nel mio caso. Non c'è nulla di male nell'incertezza, un pizzico è anche piacevole, ma se la fa da padrona... allora ci rovinerà la vita... ^_^
      Mi va sì! è una bellissima proposta, lo conosco da molto vicino... non sarà facile, ma cosa lo è?? :D
      Ti ringrazio tantissimo, dei tuoi commenti e delle tue parole... un bacione! ♥

      Elimina
  11. Ciao Vivy se avrei dovuto scrivere un post sul tema avrei usato buona parte delle tue parole.
    Posso dire che nella vita a vent'anni ho passato un periodo in cui esistevano solo incertezze nella mia mente nate dallla paura di mettere in atto un cambiamento, un cambiamento che in me cresceva ma non l'ho volevo ascoltare enon perdere il certo per l'incerto ho scatenato in me una marea di pensieri negativi, poi ho ripreso in mano la situazione e la conclusione è stata proprio quella che è inutile fasciarsi la testa prima di essersela rotta e l'attaccamento è fra le cause di questo putiferio mentale.Purtroppo oggi ho accanto una persona che vive sempre nel domani e in quello che potrebbe essere, a volte sono paure giustificate nella maggioranza dei casi no e comprendo quanto sia difficile non farsi portare nel baratro di chi vieve queste paure ad uno stato esasperato.Umanamente ho anch'io le mie incertezze ma ho imparato anch'io ad arrendermi.
    Pinkg dice una cosa davvero importate bisogna scavare dentro di noi perchè sono frutti dei nostri bisogni delle nostre paure e di quei limiti che non riusciamo a superare, l'incertezze si manifestano nella nostra mente come stati illusori tanto da farli diventare reali ma allo stesso modo i pensieri positivi si manifestano come illusioni, sogni,desideri e allo stesso modo diventano reali.
    Un saluto e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carolina! Mi fa piacere che avresti usato più o meno le stesse parole... ma ho il sospetto che se si vivono determinate esperienze alla fine la conclusione a cui si arriva è più o meno identica :)
      Perdere il certo per l'incerto in fondo è come fare un salto nel buio, ci credo che non sia stato facile. Anche io ho reagito, da quello che leggo tra le righe, pressapoco come te, finché ho preso un bel respiro e mi sono buttata, proprio come quando ci si butta di colpo nell'acqua gelata ahaha, altrimenti che sofferenza sarebbe stata!
      Sì non è semplice vivere accanto a una persona con delle paure, vere o presunte che siano, non è facile rimanere in equilibrio...
      Sì, scavare nel profondo, per quanto a volte sia faticoso, o doloroso, è senz'altro una chiave per non essere sopraffatti e per prendere coscienza del limite tra reale o immaginario. Con l'aiuto di Dio è proprio così che sono uscita dagli attacchi di panico :)
      Un abbraccione grande anche a te e ... grazie!

      Elimina
  12. Cara Vivy...eccomi finalmente! Ho letto l'articolo più e più volte sul telefono ma per il commento volevo sedermi tranquilla davanti al computer e quindi...prima di lavorare al mio blog, eccomi qua! Non è affatto male arrivare ultima perché ho la possibilità di leggere i commenti e "scorporare" meglio l'argomento. Innanzitutto voglio ringraziarti per avermi concesso la tua attenzione ed aver scritto l'articolo...quando l'ho letto non potevo quasi crederci quindi grazie di cuore <3 la tua solarità illumina il cammino di chi ti "incontra" per questo, non a caso, ti ho definita "un angelo in terra" :D
    Hai trattato l'argomento con tatto e positività e sono doti che apprezzo moltissimo. In effetti, a spaventarmi non è l'incertezza del domani a cui purtroppo non posso permettermi di pensare, ma l'oggi. Spesso mi trovo a domandarmi: "Come farò ad andare avanti oggi? Oggi riuscirò ad ottenere dei risultati? Cosa posso inventarmi per andare avanti oggi? E per far stare meglio i miei cari oggi?". L'incertezza e la mancanza di terreno sotto i miei piedi sono diventati la norma; tutto nella mia vita è diventato gradualmente senza una prospettiva e mi trovo a lottare giorno dopo giorno per ottenere la certezza di arrivare a fine giornata avendo fatto tutto ciò che potevo fare. Le tue parole confermano e mi ricordano ciò che è giusto fare: non soccombere all'incertezza, non vivere nella paura, pensare positivo ed anche (un po') "circondarsi" di persone che, proprio come stai facendo tu, ti aiutino a vedere o anche solo a pensare nella tua mente l'arcobaleno.
    Ho sempre pensato che il bello di un panorama fosse guardare l'orizzonte e che avere ben chiara la visione della strada da seguire servisse a raggiungere la meta. Oggi non vedo l'orizzonte e procedo "a tentoni" lungo il mio cammino e questo genera in me la paura dell'incertezza. Le tue parole sono per me di grande conforto e cercherò di tenerle bene a mente perché sono cose di cui anche io sono consapevole ma a volte, travolta dalla quotidianità, è facile che me ne dimentichi. La vita è una lotta, se ci siano dei salvagenti o meno per il futuro non ne sono certa, ma almeno salvare e rendere positivo il presente è già un bel traguardo.
    Un bacione e grazie infinite <3 <3 <3 (la mia tastiera proprio non vuole fare il cuoricino! :) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! finalmente eccomi io!!! Ti ringrazio ancora infinitamente per il commento e per avermi messo prima del tuo blog!! Se non fossi già così brava con i dolci ti farei una torta! :D
      Non so com'è la tua vita _ a parte zuccherosa!!! _ né i motivi che ti spingano a dire che tutto nella tua vita sia diventato senza prospettiva, o il fatto che tu debba lottare giorno dopo giorno, mi spiace moltissimo qualunque siano le motivazioni e ti dico, sai che non si direbbe? Anche tu esprimi molta gioia, e positività, sì, avverto un pò una tua riservatezza e un velo di malinconia e stanchezza forse, ma almeno questo è ciò che sento quando ci scriviamo... però spesso dietro le persone in apparenza più gioiose e forti si nascondono tremendi dolori, in ogni caso ti sono vicina e per te, con l'aiuto di Dio, ci sono davvero.
      Ora, parlando invece della paura dell'oggi, ti dirò che non mi è affatto sconosciuta. Infatti io non mi preoccupo molto del "domani" e questo solo grazie a Dio, ma a volte cado nell'ansia dell'oggi. E pensa che a volte è così forte questa sensazione da non sapere dove girarmi, o se combinerò mai qualcosa, che alla fine mi blocco e non combino davvero nulla :S
      Nonostante i problemi della vita, i vuoti o le cose terribili, alla meta ci arriveremo ;) basta avere fede, non mollare e non dargliela vita ai brutti sentimenti, per quanto a volte razionali siano. Nemmeno io so bene dove sto andando, qui sulla terra intendo, se io e Fabio stessimo a guardare in faccia a certe cose ci sarebbe da avere paura, ma so bene quale sia la mia meta finale, e questo mi da una certa pace.
      Sicuramente la paura non può far altro che darci un peso maggiore ad una vita già complicata di suo, ma un sorrisone (e i tuoi dolci aiutano, lasciatelo dire), la positività e il desiderio di "vittoria" dopo la dura lotta, possono dare una bella marcia in più :D
      Non so perchè la tua tastiera faccia i capricci, ma non ti preoccupare per i cuoricini! Ti mando un grande grande abbracio <3 <3 <3 (per par condicio ahahaha) un bacione!!

      Elimina
    2. :O ....Vivyyyy! Hai fatto una precisa analisi della mia personalità a distanza...sono allibita difronte a tanta sensibilità che comunque so che hai ma la cosa mi lascia comunque stupìta e mi fa riflettere sul fatto che a volte le persone che abbiamo attorno non capiscono nulla di noi neanche dopo anni...poi arrivi tu e a distanza comprendi tante cose! Riservatezza, un po' di malinconia e stanchezza sono le cose, insieme all'incertezza, che mi impegno a schivare ogni giorno con forza d'animo, positività e tanta dolcezza. Il "sai che non si direbbe?" fa parte del mio impegno in questa direzione; non che io non sia trasparente e sincera, solo che preferisco "lottare" da sola e poi condividere con gli altri le cose belle. In te ho apprezzato immediatamente la tua trasparenza, la tua capacità di mostrare la tua vita in un blog (molto molto frequentato!), il modo in cui riesci ad esprimere i sentimenti d'amore verso Mr Pio, Gesù, tuo Marito, la Vita... trovo che tu sia una persona davvero BELLA, comprendendo questa parola tante accezioni positive.
      Grazie per l'abbraccio che ricambio con affetto ♥♥♥♥ (se copio e incollo ci riesco ;) ) P.S. Una torta fatta da te l'accetto più che volentieri!!! :D

      Elimina
    3. Se ho compreso qualcosa di te, è in primo luogo grazie a Dio (devi sapere che prego per te, e per esserti in qualche modo vicina, e Lui è Grande! :D ecco: svelato il trucchetto :P ), e poi perchè fin dall'inizio si è creata una certa sintonia tra di noi, e fin dall'inizio mi hai trasmesso molto di te, questo perchè sei trasparente di "spirito", benché riservata :)
      Anche se sono distante, fai conto che siamo insieme a lottare, non sei sola. ♥
      Non è semplice rispondere a tutti gli apprezzamenti meravigliosi che mi fai, ne sono molto colpita, mi fanno arrossire, e allo stesso tempo mi danno gioia, perchè se tu vedi questo in me, allora vedi una parte della mia mamma, e una immensa parte di ciò che era Pio, che nonostante fosse un bulldog mi ha trasmesso una moltitudine di valori, che ho compreso specialmente dopo morto. Io non ero così, sai? E' stato Dio, attraverso i Suoi doni per me, e la sofferenza, ad aprirmi gli occhi e da quel momento ho messo nelle Sue mani il mio cuore, a volte me lo riprendo :P ed è un disastro, ma se glieLo lascio modellare, allora ecco, ciò che vedi in me è merito Suo :) comunque spero tu senta il mio sentito: GRAZIE!
      Hai ragione è molto frequentato e non me l'aspettavo! Forse te lo avevo già accennato in una precedente risposta, ma a volte mi spaventa... :O in ogni caso metto anche questo nelle Sue mani :)
      I cuoricini!!! ahahahah alla fine hai trovato un escamotage! Ok allora vada per la torta, ma non farla incontrare con uno dei tuoi dolci altrimenti potrebbe sciogliersi dalla vergogna! ahahahah!!!
      Un bacione, splendida amica mia ♥♥♥

      Elimina
  13. L'incertezza confonde, spaventa e disorienta...ma può essere anche utile! Avvolte ci "informa" che stiamo per compiere un passo importante...che sta per capitare qualcosa di serio.
    Dobbiamo decidere e quella scelta cambierà le cose...in bene o male...ma lo farà. L'incertezza è un segnale...bisogna saper "decifrarlo" eheh
    Buon fine Domenica ;)
    Come sempre è un piacere seguirti e leggerti! :) A presto!!! =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diego!! :D
      E' vero! in effetti se la si vive come un sentimento "utile" o "positivo" può anche far bene. Come ha scritto koko un pizzico di incertezza ci vuole nella vita, no? Basta non tramutarla in ansia o preoccupazione e il gioco è fatto, come dici tu ;)
      e come sempre per me è un piacere leggere i tuoi commenti!!! Grazieeeeeeeeee :D a prestissimo dato che sto per planare da te ;)

      Elimina

Se vi va lasciate un commento, e vedrete che dal monitor sorriderò! :D