giovedì 17 aprile 2014

I passi del cuore #4


Questo post sui Passi del cuore sarà un po’ “speciale”, forse perché è speciale questa settimana. Non perché io festeggi la Pasqua (specifico che ciò non significa che non ricordi la morte e la risurrezione di Gesù). Quando ho conosciuto il Signore, ho scoperto tante cose e tante differenze tra ciò che è la “Tradizione”, e ciò che è la Fede, che mi hanno fatto prendere nettamente le distanze da feste o riti di varie religioni, pur rispettando chi lo fa credendoci con il cuore :)

   Ad ogni modo, nonostante ricordi sempre la morte, e soprattutto la risurrezione di Gesù, questa settimana in genere la vivo con maggiore commozione, avverto sensazioni più intense pensando a Lui, forse perché immagino vividamente ciò che accadde tanti, tantissimi secoli fa.
   Perciò, i miei passi del cuore in questo caso riguarderanno un intero capitolo del libro di Isaia. Un capitolo davvero incredibile perché si tratta di una profezia fatta circa settecento anni prima della nascita di Gesù. Amo tantissimo questi passi.
   Se lo si legge nella calma, con cuore aperto e percorrendo tutto il Suo cammino, non può non toccare le corde dei sentimenti più intimi.
   Tra i versi, ho aggiunto dei miei pensieri, spero che trasmetta a voi, ciò che trasmette a me: immensa Gratitudine per il Grande Dono e il Grande immenso amore di Dio per tutti.




“Chi ha creduto a quello che abbiamo annunciato?
A chi è stato rivelato il braccio del Signore?

(Uno splendido giorno tu fosti qui, sulla nostra terra, ma il mondo non ti riconobbe…)

Egli è cresciuto davanti a lui come una pianticella, come una radice che esce da un arido suolo;

(Dio però ti contemplava, innaffiando ogni tuo passo…)

non aveva forma né bellezza da attirare i nostri sguardi,
né aspetto tale da piacerci.

(Aspettavano un Re, invece sei nato in umiltà, non in mezzo alla ricchezza, e solo l’occhio della fede poteva scoprire chi fossi veramente…)

Disprezzato e abbandonato dagli uomini,
uomo di dolore, familiare con la sofferenza,
pari a colui davanti al quale ciascuno si nasconde la faccia,
era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna.

(Quanto soffristi? Quanto fosti solo qui sulla terra? Odiato e rifiutato, provasti dolore non
solo fisico, ma interiore, di fronte a tanta incredulità, Signore mio…)

Tuttavia erano le nostre malattie che egli portava,
erano i nostri dolori quelli di cui si era caricato;
ma noi lo ritenevamo colpito,
percosso da Dio e umiliato!

(Ti guardarono morire, e lo avremmo fatto anche noi, pensando che fosse Dio a punirti per  tuoi peccati, che tu fossi un uomo comune, ma non si resero conto che ti eri caricato di
tutte le sofferenze della vita…)

Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni,
stroncato a causa delle nostre iniquità;
il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui
e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti.

(L’apostolo Pietro disse che “portasti i nostri peccati nel tuo corpo, sul legno della croce,
affinchè, morti al peccato, vivessimo per la giustizia, e l’ira di Dio si riversò su di te, per
darci pace"… se solo ce ne rendessimo più conto…)

Noi tutti eravamo smarriti come pecore,
ognuno di noi seguiva la propria via;
ma il Signore ha fatto ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti.

(Oh Signore, su di te sono ricaduti i miei sbagli, quando ancora non ero nata, e quando
ancora non ti conoscevo e non avevo voglia di conoscerti, ed ero smarrita per le mie vie e
il mio egoismo. Ma per la mia salvezza, sei arrivato, per la salvezza di tutti noi, ti sei 
donato…)

Maltrattato, si lasciò umiliare e non aprì la bocca.
Come l’agnello condotto al mattatoio, come la pecora muta davanti a chi la
tosa, egli non aprì la bocca.

(Ti vedo lì, oppresso, solo e circondato da persone crudeli, chissà che dolore nella tua
carne, chissà che dolore nel tuo cuore… chissà che patimento interiore, avresti potuto avere schiere di angeli dalla tua parte, ma non hai detto
nulla, e non hai reagito, come un agnello sacrificale)

Dopo l’arresto e la condanna fu tolto di mezzo;
e tra quelli della sua generazione chi rifletté che egli era strappato dalla terra
dei viventi e colpito a causa dei peccati del mio popolo?

(Desti la vita per Israele e per un mondo che ti rinnegò e che tuttora è pronto a farlo…)

Gli avevano assegnato la sepoltura tra gli empi, ma nella sua morte, egli è stato
con il ricco,
perché non aveva commesso violenze né c’era stato inganno nella sua bocca.

(Per la fretta ti volevano spezzare le gambe, seppellirti con i malfattori, invece, Dio glielo
impedì, e  fosti onorato, grazie alla tomba donata dal ricco Giuseppe di Arimatea.)

Ma il Signore ha voluto stroncarlo con patimenti.

(La volontà di Dio fu che tu fossi la nostra Pasqua, la nostra salvezza… Non c’era scelta, se siamo onesti con noi stessi sappiamo che il
peccato è insito in noi, come stare alla presenza del Santo? Lui è il Dio di Giustizia! In quale
modo compierla se non questo? Una cosa troppo grande per comprenderla appieno, un
amore troppo grande per poter usare parole umane…)

Dopo aver dato la sua vita in sacrificio per il peccato,
egli vedrà una discendenza, prolungherà i suoi giorni,
e l’opera del Signore prospererà nelle sue mani.

(Risorgerai dai morti, regnerai in eterno…)

Dopo il tormento dell’anima sua vedrà la luce, e sarà soddisfatto;
per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti,
si caricherà egli stesso delle loro iniquità.

(Tu sapevi che era l’unico modo, e fino alla fine hai fatto la volontà di Dio, ed ora grazie a
questo, chi crede in Te è giustificato e ha in dono un cuore nuovo…)

Perciò io gli darò in premio le moltitudini,
egli dividerà il bottino con i molti,
perché ha dato sé stesso alla morte
ed è stato contato tra i malfattori;
perché egli ha portato i peccati di molti e ha interceduto per i colpevoli.

(Tutto è compiuto, grande gioia c’è in cielo e anche sulla terra, per chi crede. Dio ti ha fatto
Re, e il tuo Regno lo condividerai con i piccoli, i poveri, gli umili, gli afflitti i sofferenti del mondo e tutti coloro che riconosceranno che tu sei Gesù Cristo, Yeshùa, il Figlio di Dio)

Isaia 53



Parole che fanno entrare ancor più nell’intimità del Signore, parole emozionanti, di ciò che
è accaduto, ed il segreto è che conoscendolo per amore Suo, l'amore entra in noi.



Gesù ha vinto la morte per noi, ed ora è Vivo, e ancora vuole salvare, curare, sanare, aiutare,
per averci un giorno tutti nell'Eternità. Per alcuni questa è una favola, un'illusione, ma per chi
Lo ha conosciuto questa è realtà e vita costante :)













56 commenti :

  1. Grandioso come sempre il tuo post!
    Leggerti è gratificante, porti serenità d'animo!
    Un abbraccio e buona giornata!
    Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te come sempre per il tuo grande appoggio e la tua presenza! Se dai miei post risulta serenità, allora è tutto merito di Dio, e questo mi riempie di gioia... grazie!
      Un grande abbraccio a te ♥

      Elimina
  2. Cara Vivy il cristianesimo fai-da-te non è nei piani del Signore Gesù. Non si può prendere solo ciò che ci piace e ciò che calza a pennello con i nostri desideri. Non c'è un Gesù su misura, ricordatelo. I falsi profeti sono sempre alle porte e la tentazione a diventarlo è sempre presente. Cerca di fare davvero spazio in te all'azione dello Spirito Santo.
    Buona Pasqua, anche se tu, nonostante dica di amare il Signore Gesù, non la festeggi.
    Da me col cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto/a :)
      Sono d'accordissimo, non c'è una fede su misura, e non è nel mio intento trasmettere questo messaggio, più che altro avendo completamente fede in Dio, so che è Lui stesso _ se Lo si ricerca di cuore _ a guidare le persone nel cammino verso di Lui, e ancor meno vorrei mettermi nella veste di "profeta"... per me i profeti sono persone presenti nella Bibbia, e oltre alla Bibbia, prego che il Signore mi aiuti a non andare. Per questo non festeggio la pasqua, pur rispettando, come ho scritto, chi la festeggia di cuore.
      Ti ringrazio per il tuo "avvertimento" perchè fatto con il cuore, e posso dirti che non ho la verità, cerco solo di seguire umilmente chi ha dato la vita per me (con tutti i miei fallimenti), di conoscerlo più profondamente per fare ciò che è la volontà di Dio, e trasmettere la gioia che mi da nella semplicità di una vita comune :)
      Un carissimo saluto,
      Vivy

      Elimina
  3. leggere le tue parole mi da sempre tanta forza!grazie per i tuoi bellissimi commenti....ti mando un bacio simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E i tuoi commenti mi danno sempre tanta gioia :) e perciò sono io a ringraziare te!! Grazie grazie! ♥

      Elimina
  4. Cara Vivy colgo l'occasione per farti tanti auguri di buona Pasqua.
    Pasqua significa passaggio, passaggio dalla morte alla vita, così come la pasqua ebraica è il ricordo del passaggio dalla schiavitù dell'Egitto alla libertà della Terra Promessa.
    E dunque, perché il Signore Risorto rinnovi la vita di ciascuno di noi, ecco il mio augurio anche per te.
    Ciao
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa!! è sempre un piacere leggerti sia qui che nel tuo blog :D
      Ti ringrazio tantissimo per gli auguri, sì , Pasqua significa passaggio, e ciò che successe ai tempi di Mosè e al popolo di Israele, come dice il libro di Ebrei 8:5 era un ombra delle "cose celesti", di ciò che sarebbe stata la vera liberazione per tutti gli uomini, grazie a Gesù, ed è meraviglioso farne parte, e sentire la Fede, come è bello condividerla con te e con tutti coloro che credono in Lui.
      Auguro anche a te lo stesso e immensa e continua gioia, grazie!!! e a presto!
      Un bacione

      Elimina
  5. Carissima, può anche essere piacevole quello che scrivi, riportando passi della Bibbia.Noto però delle grosse contraddizioni. Dici di non appartenere a nessuna religione, ma chi di religioni ne capisce sa che non è così,è tanto evidente quello che professi! Non festeggi la Pasqua, che è l'esaltazione della rinascita di Gesù e concludi con un video del film The Passion riguardo proprio la resurrezione!! Credo tu abbia fatto confusione o, probabilmente non ti sei spiegata bene e non mi è arrivato quel che vuoi trasmettere.Non è che riportando versi dal libro di Isaia e alcuni tuoi commenti, scritti bene e con il cuore, puoi scegliere quel che ti piace, come dice l'altro anonimo,che ha commentato prima di me.Cara Viviana, non è "festeggiare" bensì "rievocare" quel che è stato ed anche se va fatto tutti i giorni, associarsi alla Pasqua vuol dire, anche, essere tutti figli dello stesso Dio e di quel Cristo di cui spesso dimentichiamo le sue origini ebraiche.
    Ti auguro tutta la pace e la serenità a cui auspichi,ma fai chiarezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non sei Paola dell'anonimo "di sotto" (non so perchè ma ho pensato che foste la stessa persona ), per sicurezza rispondo anche qui e benvenuta/o! :D
      Non so perchè pensi che professo una religione, è tanto difficile credere che mi sento solo di Gesù? E perchè dovrei nascondere la mia religione se l'avessi?
      Sì, è probabile che mi sia spiegata male, immagino sulla mia affermazione di non festeggiare la Pasqua, perchè anche se non la festeggio, io credo eccome nella risurrezione di Cristo e nel fatto che Lui sia la nostra Pasqua, che sia l'agnello sacrificale, ciò che Dio aveva preannunciato secoli e secoli prima, quando anche salvò Israele dall'egitto, un "ombra di ciò che doveva venire".
      Non sto scegliendo quello che mi piace, se non festeggio la Pasqua quella della tradizione, è perchè non credo sia biblica e ciò in cui credo è basato sulla Parola. Ciò non vuol dire che non rievoco quel che è stato, da ciò che ci ha lasciato Dio nella Sua Parola, cerco di farlo, ricalcando l'esempio di Gesù, e degli apostoli. Ripeto che non giudico chi invece la "festeggia" con il cuore. Spero di essermi fatta comprendere meglio, un carissimo saluto anche a te!

      Elimina
  6. Ciao Vivy anche a me la Pasqua fa un effetto un po' particolare....Qui in Sardegna esiste il rito della "Deposizione dalla Croce" che si tiene il Venerdì Santo: è molto toccante, intenso e pur non essendo molto praticante non me la perdo mai.
    Non so se anche io, un giorno, potrò dire di aver trovato Gesù Cristo e di averlo fatto entrare nella mia vita ma, come dice il proverbio, mai dire mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariapiera! Ah, ho scoperto una cosa nuova di te, sei della Sardegna! Posso invidiarti un pochetto?? :P
      Posso immaginare che sia molto toccante, e se ti tocca, qualcosa di Lui è già nella tua vita, non trovi? ;)
      Io ce ne ho messo di tempo, poi è arrivato il momento giusto e tutto è cambiato e Cristo,. con tutti i miei difetti e i miei capitomboloni, vive in me ed è meravigliosamente meraviglioso. Per questo mi auguro fortemente che succeda presto anche a te. Credimi, se ci poni cuore, se lo desidererai con il cuore, Gesù lo troverai subito, potrebbe fare un pò paura farlo entrare nella propria vita, alcuni pensano che si perda qualcosa, e invece è tutto un guadagno :D e poi scoprirai che è Lui che ha già trovato te :)
      Un bacione grande!

      Elimina
  7. Il termine Pasqua, in greco e in latino “pascha”, proviene dall'aramaico: pasha, che corrisponde all'ebraico pesah, il cui senso generico è “passare oltre". Applicata a Cristo, detta etimologia suggerisce il Suo passaggio dal mondo terreno al Padre. A ciò si aggiunga che la Pasqua rappresenta il raccordo con la matrice giudaica del cristianesimo e al tempo stesso, il momento di affrancamento da tale matrice
    Detto questo mi pare evidente che tu non appartenga alla matrice guidaica-cristina, ma ad altra religione e non come professi tu che dici di non professare.
    Ma questo conta poco, sarebbe meglio che tu ti documentassi di più e non restassi ancorata alla Bibbia. Gesù non è morto solo per Israele, ma per tutti i popoli del mondo....leggi e studia! Il tuo blog è interessante,ma non ti imbarcare in questi discorsi del Signore a modo tuo, il tuo modo di vivere la fede tienila gelosamente custodita in te. Si può far arrivare un messaggio, purchè non sia scritto in prima persona, si rischia di toccare la suscettibilità altrui.Un abbraccio di Luce.
    Paola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta anche a te Paola! (non ho capito se sei la stessa dell'anonimo prima di Mariapiera Angioi)
      Mi spiace di aver in qualche modo toccato la tua sensibilità, non era il mio volere. Questo post è una esternazione di ciò che provo riguardo questo capitolo di Isaia, e sono tanto felice che questo blog mi dia un modo in più per esternare la mia fede, ciò comporta anche l'essere sincera, cercando di essere delicata, proprio per non imporre la mia come verità, nel far vedere chi sono e in cosa credo, compreso il fatto che non sento di festeggiare la pasqua, quella che tradizionalmente si fa questa domenica. Mi sono documentata e so bene da dove e nata e cosa c'è dietro, ma il mio blog, non è nato come posto in cui imporre il mio credo su quello degli altri, o andare contro al credo degli altri, o marciare contro ad altre religioni, perchè ho fede che se lo si cerca con il cuore, è Dio stesso a farci comprendere le cose, ognuno a suo tempo e chissà quanto ancora per la mia testa zuccona non ho compreso di lui Ma sulle feste e tradizioni a cui siamo "sottoposti" fin dalla nascita, il Signore mi ha fatto avere le idee ben chiare, idee che mi impediscono di festeggiarle altrimenti sarei ipocrita. Ma questo vale per me e il percorso che ho fatto :)
      Quello che sento di fare è di commemorare la Sua morte con i simboli che ci lasciò, come disse Lui, e come fecero i discepoli, finchè Egli venga :)
      Se volessi professare una religione, o fossi di una religione, perchè non dovrei farlo apertamente, perchè nasconderlo? La mia storia è tutta scritta in "Rinascita", può non essere condivisibile, e puoi non credermi, ma non ho nulla da nascondere.
      Il mio credo è semplice, si basa su Gesù, che come dici tu è morto per tutti, non ho mai detto che sia morto solo per Israele, su Dio e sulla Bibbia, e credendo ciecamente che è la Sua Parola, mi viene spontaneo rimanerne sempre e fermamente ancorata :)
      Grazie per il tuo abbraccio, che ricambio in Lui

      Elimina
  8. Cara Viviana, io festeggio la Pasqua, così come il Natale e tante altre feste... Però assolutamente non giudico le tue scelte, perché so che non è necessario fare dei determinati riti per sentirsi vicini a Dio, e tu ne sei l'esempio... L'importante è essere puri di cuore, e tu lo sei. Mi dispiace tanto per i commenti. Ma non tanto per ciò che dicono, ma perché scritti anonimamente, mi sa un pò di vigliacco... Però vabbé, ognuno si comporta come preferisce... Intanto buona serata.

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Maira, grazie! Grazie per essermi così vicina, sento il tuo bene per me e non sai come è bello!! ♥
      Anche io non giudico, e spero davvero che arrivi questa cosa, perchè non sono nessuno per giudicare. Ognuno di noi ha un proprio percorso e il mio mi ha portato per varie ragioni a non riuscire a "festeggiare", ma come dici tu è il cuore che conta. E chi "festeggia" o usa queste occasioni, un giorno in più per essere ancora più vicino a Gesù, ha tutto il mio rispetto.
      Non sono pura di cuore... magari... però chiedo spesso a Dio di toglierci il male che ho dentro...
      Ancora grazie di cuore Maira e un grosso bacione, che possa essere una splendida serata anche per te!!

      Elimina


  9. io come TDG tutti gli anni assisto alla commemorazione che rievoca l'ultima cena che Gesu' fece coi 12 apostoli ,comunque rispetto anche chi celebra la pasqua e chi fa la cena del signore tutte le Domeniche
    http://www.jw.org/it/pubblicazioni/riviste/wp20140301/commemorazione-2014/
    Bella l'analisi che hai fatto di Isaia capitolo 53 ,mi permetto di mettere un link su perche' si spezzavano le gambe ai condannati a morte

    http://www.jw.org/it/pubblicazioni/riviste/wp20140501/lo-sapevate/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia!
      grazie per il link, hai fatto benissimo a metterlo e appena riesco vado a sbirciare perchè sarà senz'altro interessante ;)
      Sì, conosco la commemorazione dei TdG, e la penso come te sul rispetto di chi crede o vive diversamente la fede :)
      Sono contenta ti sia piaciuto ciò che ho sentito di Isaia 53! Grazie grazie!! ♥
      Un bacione! :D

      Elimina
    2. ho letto l'articolo, grazie... e un bacione a te! ♥

      Elimina
  10. Ciao Vivy, a me piace molto ricordare quello che il buon Dio ha fatto per noi e non importa con quali mezzi o feste...
    Un bacione e alla prossima ... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me cara Manu piace moltissimo... grazie ♥ e a presto!!! :D

      Elimina
  11. Vivy, fai benissimo a seguire quello che ti dice il tuo cuore e nessun altro!!
    Vedrai che ti porterà lontano, donandoti tanta serenità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore koko!! Con l'aiuto del Signore lo farò! :D e che bello sentirti vicina!
      Un bacione!!!

      Elimina
  12. Mi spiace per i commenti anonimi che certo non fanno piacere ma io sono dell'avviso che-non ti curar di lor ,ma guarda e passa.-
    Il blog serve per esprimere le proprie idee ed ognuno ci scrive quello che vuole,basta che non offenda gli altri.
    Ti auguro di trascorrere una serena Pasqua con i tuoi cari,con affetto.Olga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimissima Olga! Apprezzo moltissimo il tuo commento perchè mi fa sentire il tuo affetto, e come posso non essertene grata?? ♥
      E' vero, non si deve pensarla a tutti i costi allo stesso modo, ,ma la cosa importante è il rispetto reciproco :)
      Ti abbraccio forte forte fortissimo!! e anche tu passa queste feste nella serenità, nella pace e nella gioia del Signore!
      Con tantissimo affetto,
      Vivy

      Elimina
  13. Scusate mi è sfuggito qualcosa...
    Ma da quando essere toccati nella suscettibilità implica negare la libertà di pensiero del prossimo?
    Mia cara bambina, ascolta che ti dice la tua mamma adottiva....PENSA CON LA TUA TESTA E FIDATI DEL TUO ISTINTO!
    Ti auguro una superbuonissima Pasqua A MODO TUO!!! BBaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che mamma adottiva saggia e amorevole ho!!! :D Cosa posso dirti se non: GRAZIE di esserci! ♥ La tua bimba riccia te ne è molto riconoscente ;)
      Sai, io prego davvero che il Signore mi dia modo di comprendere ciò che vuole Lui, per me è fondamentale la Sua guida, come è importante esternare la mia fede, ma ciò che è altrettanto fondamentale è non imporre mai il mio pensiero agli altri, lo hanno fatto in molti nel corso della storia, e avendolo anche vissuto sulla pelle, so che è terribile.
      Grazie infinite per il tuo augurio che ricambio con tutto il cuore che ho!
      Con moltissimissimissimo affetto, un supermegabacione ♥

      Elimina
  14. Ciao Vivy, è sempre un momento di pace venire qui da te e leggere le tue parole, soprattutto in questo periodo mi sono di grande aiuto.
    Anch'io ti dico di seguire il tuo cuore, la fede è una cosa talmente intima e personale che nessuno può permettersi di dare giudizi, e comunque sia, qui passa solo un messaggio di grande e infinito amore.
    Un abbraccio e felice fine settimana.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento mi ha toccato moltissimo, non sai quanto avevo bisogno di sentire che fosse passato amore, perchè avevo pregato Dio che fosse così... Grazie per le tue parole!! ♥
      Se i post trasmettono qualcosa di positivo, Lo devo solo a Lui, ed è grazie a Lui :)
      Sai che nel mio minuscolo ti sono vicina, ma nel gigantesco ti è vicino Dio ;)
      Ti abbraccio fortissimissimo e che per te in questo fine settimana possa esserci serenità e calma, pur nella tempesta, prego che Lui te ne riempia il cuore... ♥

      Elimina
  15. Chiedo scusa per l'anonimo ma non possiedo nussun account per cui commento così,ma mi chiamo Paola e mi dispiace se in qualche modo sono passata per una persona cinica. O magari hai pensato che volessi guidicare te o la tua fede,probabile che non mi sono spiegata, ma di certo ho espresso il mio pensiero in merito che non collima con il tuo. La tua o la mia libertà finisce dove inizia la mia o la tua. Augurandoti una buona serata, ti saluto con un sorriso
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, anche io, per l'amore che il Signore mi mette nel cuore, ti saluto con il sorriso. Quando non si vuole imporre il proprio "credo" sugli altri, e non si vuole far passare la propria verità, come verità assoluta, non trovo nulla di male nell'esprimere il proprio pensiero :) e se lo si legge, nel mio commento precedente, dopo il tuo, ho semplicemente tentato di rispondere a ciò che mi avevi scritto tu :)
      Ti auguro anche io un buon sabato! Un caro saluto,
      Vivy

      Elimina
    2. Cara Paola, mi sento di risponderti e non per prendere le parti di Vivy, non ne ha bisogno, ma per dire la mia. Ogni essere umano ha la sua verità, per cui considerando tutta l'umanità ci sono tante verità. Ma la verità assoluta è SINGOLARE (e non plurale) per cui la mia la tua, la sua, la loro ecc....non può considerarsi tale, sono solo punti di vista, questi vanno rispettati pur se non condivisi. Ognuno di noi è un essere pensante, è giusto il tuo,ma è altrettanto giusto quello dell'altro. Pur non essendo stata offensiva, hai voluto (lo leggo tra le righe) imporre la tua idea e criticare il modo di vivere la fede di Viviana.Se mi sbaglio correggimi! ora, senza altre polemiche, mi permetto, e lo faccio umilmente, apri un account Google e vieni a far parte di questo mondo virtuale. Qui si può interagire con tante persone che, pur avendo idee diverse, interagiscono senza prevaricare e approfondire,perchè no, temi delicati come la religione e la fede. Nel tentativo di essermi in parte spiegata, se vorrai sono a tua disposizione nel continuare il dialogo, purchè si tratti di dialogo!!! un saluto.

      Elimina
  16. Ciao Vivy....ci siamo incrociate con il commento di risposta a Paola! io la Pasqua la sento ma, festeggiare che significa? sedersi a tavola con parenti o amici, abbuffarsi di cibo, oppure spezzare il pane e bere un calice di vino ....fate questo in memoria di me!!! se si opta per la grande abbuffata con tanto di uovo e colomba, non stiamo rievocando nulla!!!! quanto c'è da imparare ancora, quanti atteggiamenti vanno corretti, quanto rispetto mancato!!! il nostro libero arbitrio ci rende liberi e chi se ne "frega" di giudizi non richiesti!! vorrei scrivere molto di più ma, come tu sai con una sola mano è difficile. Ciao Vivy e buon fine settimana.

    p.s. con ironia......che fai per Pasqua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io la penso come te Patrizia, e la stessa cosa del natale. Purtroppo, per molti sono scuse per mangiare e bere e il senso di queste "feste" si perde nei meandri del "consumismo", e per me è molto triste, oltre che scusami il termine, ipocrito. Per questo, pur non credendo in queste feste, rispetto chi invece lo fa di cuore dandogli un vero senso nella fede.
      Purtroppo, la semplice verità di Cristo è stata infangata, per arrivare a Lui (e purtroppo su questa terra con i nostri limiti, oltre ad essere un lavoro continuo, difficilmente potremo depurarci da tutte le falsità), bisogna scavare e scavare, leggere la Bibbia scevri (e qui sta il difficile), da ogni condizionamento, e metterci in preghiera per sentire, la Sua, e non la nostra verità, anche se non dovesse piacerci. E inoltre essere disposti all'umiltà nel dire che non siamo mai "arrivati" che non abbiamo tutta la verità in tasca.
      Io non ho la verità assoluta, e come potrei?? sono un disastro... ma ho Gesù e tento di seguire Lui, modificando piano piano, ciò che erano insegnamenti e precetti di uomini, che facevano parte di me ma non di Lui...
      E' orrendo ciò che si può scoprire sulle radici di queste festività, dietro Patrizia, c'è paganesimo allo stato puro. Ma questo era predetto nella Bibbia ed è fatto in modo che la gente resti cieca e non sai che dolore mi da. Quando basterebbe andare a vedere ciò che disse Gesù, e ciò che invece è successo nella storia, basta digitare Pasqua o Natale per scoprire cosa da mettere i brividi...
      La sera in cui Gesù istituì la cena, non era nemmeno Pasqua come la maggioranza pensa! In ogni caso, ciò che Gesù ci disse di fare è di ricordare la Sua morte con i simboli del pane e del vino, non una volta l'anno, e questo finchè come dice la Bibbia "egli venga", per ricordarci ciò che ha fatto per noi, e testimoniare a chi ancora non crede, l'amore di Cristo per tutti noi.
      Nonostante il male dilaghi, io so per certo una cosa: la Potenza di Dio è più forte e, non io, non un uomo, per quanto spirituale possa essere, potrà cambiare le cose o fare arrivare la verità, perchè dietro una nostra verità c'è sempre il nostro io, almeno una parte e il condizionamento subito nella vita, ma solo Dio potrà fare arrivare ai cuori di chi Lo cerca, con il Suo Spirito, la Sua volontà e la Sua verità. Ma è una cosa che fa individualmente e se ci mettiamo tutti in umiltà e nel Suo Spirito, non saremo tutti uniti forse? :) Ognuno con i Suoi tempi arriverebbe a Lui, senza nessuno che possa fare lo sgambetto. Saremmo ripieni di amore, umiltà e comprensione e non avremmo bisogno di difendere il nostro credo con astio.
      Forse ho scritto un papirino... te l'ho detto che sarebbe meglio che fossimo vicine!! :P ;) ♥

      Elimina
    2. ah, dimenticavo, per Pasqua andremo a Marcon, vicino Mestre, dal fratello di Fabio. Non ci vediamo spesso, e certo non saremmo andati in questa occasione, se non fosse che la mamma di Fabio, che abita in Sicilia, è venuta qui a trovare i figli, per cui mangeremo da loro a mezzogiorno.
      Quando torneremo a casa, come ogni domenica, io e Fabio faremo quello che chiamiamo "culto al Signore". Il nome fa pensare a chissà cosa di "scabroso" :P ma in realtà è una cosa semplice. Ci prendiamo del tempo come famiglia per leggere la Bibbia, parlare di ciò che sentiamo e comprendiamo, per pregare, cantare (in modo stonato :P) qualche lode a Dio, pregare e ricordare la morte di Gesù con i simboli del pane e del vino. Insomma, cerchiamo di fare ciò che facevano i discepoli e ci ha detto di fare Gesù nella semplicità più assoluta. E' molto bello, perchè sentiamo moltissimo la Sua presenza e perchè è un modo per sentire che cammina con noi e di crescita nella fede :D
      Tu invece che farai?

      p.s. per scrivere con una mano sola, mica te la cavi male sai?? ;)

      Elimina
    3. Mamma santissima...Vivy un po più corto no? scherzo...si sarebbe meglio che fossimo vicine,ma sempre con ironia ti rispondo: meglio di no. Io sono una chiacchierona,ma tu mi superi!!! un abbraccio a te e uno a Fabio!

      Elimina
    4. segui il culto fatto dalla chiesa di Cristo ? perche' non andate in una chiesa ? Riguardo alla pasqua credo che in base a quello che ho capito dai vangeli vada celebrata una volta l'anno come fece Gesu' coi 12 apostoli e che non tutti devono prendere il pane e il vino. comunque come riscrivo rispetto tutti ,buona domenica a te e a Fabio .-))

      Elimina
    5. Patrizia!! come non mi vuoi vicina?? piagno io :'( :D Un forte abbraccio anche a te e un salutone dal mio maritino :D

      Ciao Claudia! Io non credo nelle religioni, né nelle chiese terrene, come ti avevo scritto, posso trovarmi d'accordo con dei pensieri della chiesa di Cristo, ma questo perchè per ciò che ho letto, trovo conforme alla Parola. Ma riguardo all'appartenenza, è solo di Cristo Comunque non ho assolutamente nulla in contrario, a partecipare a degli incontri, o convegni, con persone che ritengo avere il cuore in Cristo, al di là dell'appartenenza religiosa, ad esempio abbiamo conosciuto anche degli evangelici. Condividere la fede lo trovo bellissimo ma purtroppo dalle nostre parti, non ci sono persone con cui condividere la nostra fede...
      Perciò non credo sia seguire il culto della chiesa di Cristo, ad esempio non credo debba essere per forza fatto la domenica, ma semplicemente seguire ciò che facevano i discepoli, chi meglio di loro può darci delle indicazioni riguardo a come sia meglio adorare e seguire Dio? E la Parola, se letta senza "aiuto" da parte degli uomini, è chiara rispetto a ciò che facevano.
      Per ciò che ho compreso io, Gesù non stava festeggiando la Pasqua, e le indicazioni non le ha rivolte solo a un piccolo gruppo, altrimenti vorrebbe dire che solo i dodici avrebbero dovuto farlo, e nella Parola, non c'è nessun riferimento del genere, né a pesrone "speciali" questo per ciò che è il mio pensiero, rispettando il tuo :)
      Una buonissima domenica anche a te!

      Elimina
  17. Sono Paola, quel che ha detto Patrizia mi ha colpito molto.sia in risposta a me sia a viviana. Permettetimi di chiedere scusa se involontariamente vi ho offeso, riguardo all'account google ci penserò.
    Ciao da Paola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola per la tua sensibilità, comunque siamo tutti uomini e spesso non è semplice comprendere a vicenda ciò che abbiamo nel cuore, l'importante è fare prevalere l'amore di Gesù :)
      Se farai l'account di google sarà un grande piacere!
      A presto!!
      Vivy

      Elimina
    2. Scuse accettate....da parte mia è ovvio!

      Elimina
  18. Da quando ti ho conosciuta mi sono sempre chiesta che rapporto avessi con la chiesa e con la tradizione cristiana. Ora ho scoperto quello che già immaginavo. Io non conosco a fondo la Bibbia ma ho frequentato per molto tempo la chiesa e il catechismo e la mia percezione è sempre stata quella che il desiderio di Dio fosse che gli uomini "praticassero", andando in chiesa, facendosi gregge e lasciandosi guidare da un sacerdote. Non voglio innescare polemiche e tirare fuori i comportamenti deplorevoli di alcuni di questi ultimi, ma per molto tempo il mio sacerdote è stato una guida molto importante per me, un punto di riferimento. Non nego però che alcune "leggi" cristiane mi siano sempre state strette e per questo ho lasciato la chiesa. Non volevo essere un'ipocrita. Praticare e poi infrangere le loro leggi. Ma da Dio non mi sono mai allontanata del tutto. Io continuo a voler credere che ci sia e tramando a mia figlia il Suo messaggio. In fondo le cose che dice ed auspica sono bellissime, quindi perchè non fargliele conoscere?!
    Io te lo auguro comunque di passare una buona Pasqua (figurati..venerdì ho fatto gli auguri di buona Pasqua ad un musulmano...Lui mi ha risposto "la nostra Pasqua sarà tra due mesi, comunque grazie!") o una buona domenica.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna!! Le risposte (qualcuno non ci crederà) a tutte le domande si trovano, e le ho trovate nella Bibbia. Questo non vuol dire che ho capito tutto, e che ho tutte le risposte eh! ci mancherebbe, ma sicuramente individualmente, se Lo ricerchiamo, Dio da ad ognuno di noi le risposte, e questo riguardo anche alle religioni e alla confusione che c'è nel mondo.
      Non è diverso da quando c'era Gesù, allora erano seguite più le "Tradizioni" e anche oggi è la stessa identica cosa.
      Dici bene, Dio ha sempre desiderato che fossimo uniti, un solo gregge, un solo pastore, ma non umano, il solo ed unico Capo della Chiesa (quella universale, non denominazionale), è Gesù, come dice la Bibbia unico mediatore tra Dio e gli uomini. Purtroppo però, Dio sapeva che non sarebbe stato così, l'uomo non ha forse sempre voglia di potere, o di imporre la propria visione delle cose? Per questo è importante la parabola delle "zizzanie" (se vuoi leggerla è in Metteo 13:24-30; 36-43). Questa parabola fa notare come non potrà mai esistere una chiesa priva di zizzanie, o una chiesa giusta.
      Come dici tu un sacerdote è stato una guida per te, questo perchè, in ogni parte del mondo, ci sono persone che amano Dio di vero cuore, che trasmettono Cristo, al di là del posto che ricoprono. Mi piace moltissimo un passo che dice che "Dio conosce quelli che sono suoi" :)
      Le domande che mano a mano mi sono posta è qual è la vera volontà di Dio? Perchè c'è così tanta falsità nelle religioni? Ipocrisia, lusso, menzogne... è questo Dio? e gli ho anche chiesto dove mi volesse...
      La risposta l'ho trovata, non senza faticare, non senza stare male, o avere il cervello "fritto" da mille letture, preghiere, meditazioni, ma posso dire che se si crede in Dio, e Lo si ricerca davvero, individualmente potrà esserci chiarezza.
      Se si crede a una religione o a degli uomini, nel momento in cui ci deluderanno, la nostra fede sarà messa in pericolo, e potremmo dubitare di Dio. Ma se si crede in Dio, perchè Lo si conosce veramente e personalmente, allora la nostra fede non vacillerà, perchè Dio è l'Unico che non potrà deluderci ;)
      Fai benissimo a trasmettere Dio a tua figlia, in questo mondo, Lui è l'unica nostra salvezza, se non l'unico nostro vero scopo :)
      Ma certo! e ti ringrazio per i tuoi auguri, come io auguro anche a te, di passare delle giornate piene di gioia e pace, e magari con delle sensazioni ancora più forti sul Signore ♥
      Un grandissimo bacione a te, e anche se non mi conosce alla tua piccola ♥

      Elimina
  19. Un saluto e tanti auguri di una serena giornata di Pasqua.... A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! ti stavo pensando :) Grazie!! e auguro anche a te una splendida giornata, di pace, amore e tanta speranza ♥
      un enorme abbraccione!!

      Elimina
  20. Viviana carissima, non piangere...scherzavo....ci conosceremo prima o poi vedrai.
    Ora però devo dire ancora la mia! Guarda te che cosa hai scatenato con questo post!!! mi permetto di dire che, secondo me stai dando anche troppe spiegazioni in merito. Quello che mi arriva è che nulla è cambiato, si fa ancora la guerra in nome di Dio! andare in chiesa,non andarci,essere cattolico o non...ancora così siamo messi? ancora ci facciamo portatori di verità ? ancora siamo ciechi e sordi...ma sopratutto ancora non conosciamo ne Dio ne Cristo. Ancora non siamo liberi di esprimere quello che abbiamo nel cuore, ma solo succubi di una convinzione collettiva che di danni ne ha fatti tanti!! Fortunatamente sono completamente fuori da questi preconcetti e ne vado fiera. Che ognuno sia libero di trovare la sua fede al di la di ipocrisie e di falsi moralismi.Trovo affinità con il commento di Anna Gocce di Agata-

    Sai una cosa Vivy? ora ricondivido troppo interessanti questi commenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, ne stavo parlando ieri con Fabio, quello che mi fa soffrire è la divisione in Cristo. A volte c'è quasi da aver paura a "parlare"...Non riusciamo a condividere, ma solo a mettere "puntini sulle i", stilare dottrine, prendere le distanze... c'è così poco amore... e sospetto sarà così fino a che non tornerà, anche se prego per l'unità e che i nostri occhi e le nostre orecchie vengano aperte!
      Se solo ci fosse più voglia di Dio, di conoscerLo, e di avere il Suo amore da dare agli altri...
      Io so solo che prego che mi dia la forza di seguirLo fino alla morte, o al Suo ritorno, che mi dia il coraggio, che mi aiuti a non tradirLo mai, costi quel che costi, anche se significa non stare con la "maggioranza" e infine prego che mi dia le Sue parole e non le mie, e mi aiuti nell'umiltà e nel non imporre mai la mia come verità, e a pensare ad amare e non a mettere "paletti". Quando si comprenderà che lo Spirito di Dio è più Grande di noi miseri uomini?

      Certo condividi pure! anche se spero che dal messaggio del mio post, arrivi l'amore per Dio e di Dio... :)

      Elimina
  21. Ciao Vivy! Non mi pronuncio troppo in merito, perché penso di essere la persona meno adatta, dato che il mio cammino di fede va di pari passo col mio umore... ed io sono lunatica ^_^
    Ma credo fermamente nella esistenza di Dio... della Trinità! Ma lo faccio nel privato, nell'intimo della mia vita spesso e penso che alcuni giorni avrei proprio bisogno di un forte scossone per diffondere il mio credo al di fuori di me... e questo passo credo che possa essere degno di ciò. Le persone irradiate dalla Sua luce mi sorprendono sempre... come hai fatto tu anche questa volta! Io provo solo ad imparare sempre di più da Lui e dai suoi degni discepoli.
    Alla prossima angioletto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah mi hai fatto sorridere con la tua descrizione del tuo cammino di fede :)
      Una cosa splendida che hai, e ce l'hai perchè te l'ha messa dentro Dio stesso, e perchè tu non gli hai chiuso il cuore permettendogli di farti sentire che C'E', è il fatto di credere fermamente in Dio. La fede è un Suo dono! e pensare di averla, che è Lui stesso a donarcela, non mette i brividi? Dio è in te, e più Lo conoscerai, e sentirai le Sue parole dirette a te e per te, e più ti riempirà e sarà in te e vedrai che poi non potrai più fare a meno di parlare di Lui ;) e per quello che ti conosco, e "sento" di te, tu puoi essere una splendida luce nelle Sue mani e un grande aiuto per chi ancora non Lo vede, e questo io ti auguro e per questo prego, perchè il mondo ha bisogno di Gesù e di persone che lo amino e lo portino agli altri ♥
      Siamo tutti piccoli allievi, e fino alla fine della nostra vita terrena, se gli daremo modo, avremo sempre un sacco da imparare, e non è bello poterlo fare insieme? :)
      un grande bacione e grazie di esserci! ♥

      Elimina
    2. Grazie per il tuo appoggio incondizionato Vivy! Come dici tu, io spero solo che un giorno Lui potrà essere fiero di me. SMACK dolcezza!

      Elimina
  22. Ciao Cara, vengo per augurarti una bellissima giornata di Pasqua. Riguardo al tuo post lo trovo interessantissimo e credo che sia giusto che ognuno viva la propria fede come meglio crede. Non volgio approfondire perchè trovo che essa sia un momento troppo personale da descrivere pubblicamente. Baciobacio e ancora tanti auguri ♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!!! Sai che bello è per me leggerti e aver trovato il tuo commento oggi?? :D e considero un grande privilegio il fatto che tu abbia pensato a me!
      Ti ringrazio tantissimo per le tue parole, sento affetto e vicinanza e per me vuol dire molto ♥
      Anche io ti auguro immensamente che questi giorni, come tutti i prossimi a dire il vero, siano pieni della pace del Signore, della Sua eterna Speranza che dona gioia nel cuore anche nei momenti più difficili ♥
      Ti abbraccio forte fortissimo!!

      Elimina
  23. Carissima Vivy, scusami se solo ora passo a trovarti... Mi avevi detto che non festeggiavi la Pasqua ma non sapevo dove tu lo avessi scritto visto che pensavo di aver letto tutti i tuoi articoli :-) Hai ragione nel distinguere tra vera Fede e mera tradizione e apprezzo moltissimo il tuo "atteggiamento" in tal senso. Io penso anche però che le tradizioni contraddistinguano la nostra cultura Cristiana e fanno parte di noi tutti (inteso come popolazione), credenti e non. È bello sapere che in nome di Cristo per un giorno siamo tutti uniti nel festeggiare :-) Trovo che questi passi del cuore siano i più belli che tu abbia scritto sinora. Grazie ancora di tutto, un bacio. Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero trovi che siano i più belli?? Grazie!! ♥
      Purtroppo io e le "tradizioni" non andiamo d'accordo... leggendo la Bibbia ancor meno :| Sì, tu mi fai riflettere sul fatto che potrebbero unire in un certo senso... pensandoci però, io troverei più bello se si fosse uniti in Cristo al di là di ciò che la tradizione "abitua" se non "impone" di fare. Per me Gesù non dovrebbe essere una "cultura", altrimenti vorrebbe dire che se nascessi in un altro stato Gesù non ci sarebbe. Per me Gesù, è la Via la Verità e la Vita, indipendentemente da dove sono nata, c'è un collegamento di cuore, che comunque e dovunque mi avrebbe raggiunta. Forse ci sarebbe stata più difficoltà, chessò, in Cina, ma alla fine sarebbe arrivato :) Purtroppo, per ciò che sento, per ciò che vedo, e per ciò che ho letto, sono convinta che le tradizioni, come quelle all'epoca di Gesù, abbiano allontanato dalla semplicità della fede e del messaggio di Dio, creando ipocrisie e divisioni, inquinando con consumismo e denaro ciò che doveva restare semplice e puro. Altrimenti trovo che ci sarebbe più luce in chi professa Cristo, più fede e meno timore del futuro se davvero il Suo messaggio non fosse stato oscurato dal messaggio che ne ha fatto l'uomo. Ti sembrerò dura, ma vedere ciò che ho visto non mi da altra scelta, altrimenti sarei falsa.
      Questo non toglie però, il rispetto che ho nei confronti di chi mette davvero il cuore in queste festività, in chi davvero le dedica a Dio ♥ in chi continua a ricercarLo passata la Pasqua ♥
      Un bacione e buonissimo sabato!!

      Elimina

Se vi va lasciate un commento, e vedrete che dal monitor sorriderò! :D