mercoledì 20 maggio 2015

La Tempesta Perfetta

Nella burrasca della vita, a volte fatico a nuotare… mi sembra di essere sopraffatta dalle onde dell’inquietudine e dell’impazienza. Una bracciata dopo l’altra, attraverso le acque dell’insicurezza che mi corrode e boccheggio nell’aridità che mi porto dietro da tempo, da quella volta in cui l’onda più grande mi colpì in pieno petto, strappandomi via il cuore. Ho creduto di affondare nella disperazione, e soprattutto ho creduto di perdermi nell’abisso della solitudine tenebrosa che avevo attorno. Non c’era nessun pesciolino colorato a farmi compagnia in quel viaggio, che i miei occhi appannati dal male, consideravano tanto insensato da desiderare la morte. E fu mentre mi lasciai andare in una corrente di buia depressione che scorsi in alto un piccolo scintillio di luce, ma ormai per me era troppo tardi: i tentacoli dell’angoscia mi avevano avvinghiato e non possedevo certo la forza, né la voglia di liberarmene.
   L’unica cosa che mi sembrava sensata era lasciarmi andare, affogare, e finalmente non provare più nulla. Non fosse che una bolla scoppiò proprio accanto al mio orecchio rilasciando un ricordo, un pensiero, che mi trapassò la mente riportandomi allo scintillio di luce, che sta volta sembrava più potente… Senza fiato allungai la mano nella sua direzione e come tanti bagliori luccicanti apparvero le gioie della vita; i baci della mia mamma, le corse nei tiepidi boschi con la mia prima cagnolina, i primi pastelli a cera, i giorni perfetti con mio marito nel nostro primo appartamento, le notti ad ammirare il mio miracolo nella forma di un buffo splendido bulldog… non so come fu possibile, ma delle lacrime riuscirono a scivolare fuori dagli occhi nonostante fossi sommersa nelle acque più profonde. Abbassando le palpebre, nonostante la tristezza, non potei fare altro che essere grata, e in quel preciso momento mi arresi.
   Mi arresi di fronte alla meraviglia della vita, mi arresi di fronte al fatto che avevo bisogno della sofferenza per scorgere la bellezza, laddove prima scorgevo solo ingiustizie, malvagità ed egoismo. Mi arresi a Te, Creatore di tutto, a Te, che mi hai lasciato sbagliare, a Te, che mi hai lasciato farti la guerra, odiarti, darti le spalle… a Te, che ancora oggi non amo abbastanza. E fu grazie a quella resa che il cuore tornò a battere, e che restai folgorata dalla visione più bella che possa esistere: il Tuo Amore.
   Ora ero circondata da tanti pesciolini colorati: spuntavano da ogni parte! E ognuno di essi rappresentava un nuovo sorriso, una nuova gioia, ed una guizzante speranza. Finalmente mi era chiaro lo scopo della vita: nuotare verso di Te, attraversando il mare di questa vita, per riconoscerTi come mio Capitano, e giungere nel meraviglioso Oceano della Vera Vita.
   Durante questa traversata le onde ci insegnano ad apprezzare il mare calmo, e le tempeste ci insegnano a chiederTi aiuto: a cercarTi. E se alla prima tempesta non ci decidiamo a farlo, perché contiamo ancora fiduciosi sulle nostre forze, prima o poi… bracciata dopo bracciata, troveremo tra i flutti della vita la “Tempesta Perfetta”, quella che ci costringerà a volgere lo sguardo a Te, che consapevoli o no, continui a far battere “il cuore del mondo”.
  Grazie di avermi donato “la Tempesta Perfetta”… senza di essa non ti avrei mai conosciuTo… e nonostante il mio cuore a volte è ancora arido, e a volte nuoto nelle paure, o annaspo nell’impazienza di raggiungere il Tuo Oceano, mi basta voltarmi e galleggiare a pancia in su, lasciandomi cullare dalla corrente della Fede, una Fede che può far superare perfino la più grande tempesta, una Fede che può renderci consapevoli del fatto che puoi trasformare qualsiasi burrasca in “gran bonaccia”.
   Il Sole splende sempre su di noi, basta non scordarsi che nostro Padre è il creatore della Luce. E se nuotiamo uniti in Lui, ce la faremo ♥ :)

Gesù salì sulla barca e i suoi discepoli lo seguirono.Ed ecco si sollevò in mare una così gran burrasca, che la barca era coperta dalle onde; ma Gesù dormiva. E i suoi discepoli, avvicinatisi, lo svegliarono dicendo: «Signore, salvaci, siamo perduti!» Ed egli disse loro: «Perchè avete paura, o gente di poca fede?» Allora, alzatosi, sgridò i venti e il mare, e si fece gran bonaccia. E quegli uomini si meravigliavano e dicevano: «Che uomo è mai questo che anche i venti e il mare gli ubbidiscono?» 
Matteo 8:23-27






41 commenti :

  1. Senza Gesù, senza la sua guida, non possiamo far nulla e non siamo nulla e spesso il Signore per poter farci avvicinare a Lui, permette delle situazioni non belle, ma che hanno un fine glorioso. Non ci resta di remare insieme a Lui, nonostante le tempeste di tutti i giorni. Un abbraccio e che Dio continui a benedirti !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, e ben venga che Dio permetta situazioni dolorose, pur di aprirci gli occhi e farci avere una cosa che non ha prezzo: la vita in Lui, nella Sua gioia e nel Suo amore sempre e comunque ♥
      Grazie infinite e che Lui continui a benedire te ♥ e un abbraccione grande!

      Elimina
  2. ciao Vivy, sai a me capita sempre una strana cosa, per mesi sono impegnatissima, trascorro le giornate a correre, faccio tanti progetti, impegno le mie ore e i miei minuti, corro con il sorriso sul viso e lo regalo a tutti quelli che incontro...
    poi arriva il mare calmo, tiro fiato, mi rilasso, e comincio a pensare
    penso alle cose appena fatte, hai progetti realizzati, hai miei figli... e poi capita come stamattina, che al improvviso mi assale una strana malinconia, penso alle persone che se ne sono andate, al vuoto che hanno lasciato, mi sento sola
    Poi arrivano i ragazzi preparo pranzo, compiti, riparto al lavoro, ma i miei occhi rimangono tristi
    in me oggi c'è una tempesta di ricordi tristi
    ma poi leggo il tuo post, e mi chiedo il perchè dinanzi alle tue parole io possa sentirmi sola
    perchè devo piangere me stessa
    sto bene, ho una famiglia che mi vuole bene cosa ho da lamentarmi
    e ora mentre ti scrivo mi vergogno di aver provato emozioni tristi
    Non sono sola... me lo dovrei ricordare ogni giorno
    dovrei imparare a parlare di più con Lui che con i miei cari che sono mancati
    Grazie delle tue riflessioni che sono servite a me baci VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeria cara.... scusa se ti rispondo io. Ma sembrano parole mie, vivo le tue stesse emozioni. Un giorno faccio mille cose e il giorno dopo starei a letto a piangere. Eppure cosa mi manca? Vorrei riuscire a parlare con Lui e con i miei Cari, per sentirmi meno sola. Grazie Valeria, grazie per riuscire a condividere quello che provi!!!! Grazie Vivy , grazie perchè ci fai riflettere sempre. Un doppio abbraccio affettuoso a tutte e due.

      Elimina
    2. Carissima amica mia Valeria... non ti devi assolutamente vergognare di aver provato quelle emozioni... il Signore ci ha donato una gamma infinita di emozioni affinché le sperimentiamo, e anche comprendiamo come mai ci assalgono e soprattutto affinché nel momento stesso in cui proviamo tristezza chiediamo a Lui l'aiuto per uscirne e ritrovare la gioia nella consapevolezza che avendo Lui abbiamo tutto ♥ E sai, ti capisco, perchè sono gli stessi sentimenti che a volte avvolgono anche me, per questo posso dire che Dio ha il grande potere di tirarci fuori da qualunque cosa brutta ci accada, e aiutarci a riempire il vuoto di chi non c'è più in attesa di colmarlo per sempre quando li ritroveremo ♥
      Grazie a te di esserci e del tuo affetto prezioso ♥ Un abbraccio grandissimo ♥

      Elimina
    3. Ciao Ale!! Che bello ritrovarci qui come se fossimo in un "salottino" :) Penso che quelle emozioni, chi più o chi meno, le viviamo tutti, e se incanalate dalla parte giusta, possono proprio spingerci nella direzione di Colui che ci può aiutare a gestirle, e a farci comprendere la cosa più importante: che non siamo soli! Se Lo si accetta nella propria vita, la Sua presenza ci avvolgerà in ogni momento ♥ Grazie anche a te di esserci e di condividere ciò che provi ♥ Un abbraccione super!!

      Elimina
  3. La sua luce è il nostro orientamento sulla sua via!
    Splendido post che emana gioia e amore per la vita!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinitamente Beatris! Sì, la Sua Luce è l'unica cosa in grado di non farci perdere tra i finti bagliori accecanti di questo mondo ;) Un abbraccione a te ♥

      Elimina
  4. la vita e' fatta anche da piccole gioie ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, alla fine ci si rende conto che sono le piccole gioie a donare grandi sorrisi ♥ Un bacione a grazie! ♥

      Elimina
  5. Ho attraversato la Tempesta perfetta, e una volta superata, ho pianto difronte alla bellezza del mare e della vita. Grazie Vivy per il tuo impegno, che mi ricorda chi devo ringraziare ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero... condivido nel cuore quel pianto... ♥
      Grazie davvero a te carissima e preziosissima Anna Maria ♥♥♥

      Elimina
  6. Ciao Vivy!
    "Tempesta Perfetta" ..... hmmmm ... che dire?
    Bellissimo e Meraviglioso tutto, come sempre!
    Buona serata a Te Dolce Amica.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che dire a te se non un grande GRAZIE!!! :D ♥
      Splendidissima serata a te e un superbacione ♥

      Elimina
  7. grande ammirazione per te che hai attraversato questo mare di solitudine e dolore e nel buio della notte la Stella lucente ti ha guidata verso la salvezza... verso l'amore ....e la gioia ... questi versi di Matteo li amo molto ....un abbraccio cara amica ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono passi emozionanti... e sono felice che li amiamo entrambe :D ♥
      Grazie... grazie davvero di cuore ♥♥♥

      Elimina
  8. Buongiorno Vivy,molto bello quello che hai scritto.Già paradossalmente a vole è attraverso il nostro soffrire che ci porta alla ricerca di noi stesse,ad una stanchezza tale da mollare la presa che tutto ricomincia.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carolina, grazie con un grande abbraccio ♥

      Elimina
  9. Bellissima questa suggestione Vivy. Forte e potente come sono sempre le tue parole...
    Arrendersi, una parola magica quando tutto sembra finito, arrendersi è la cosa più difficile!
    Un grande abbraccione <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero è la cosa più difficile, ma una volta mollata la "presa" è tutto in discesa, e alla fine si scopre che nella resa c'è la vera libertà ♥ Grazie con tanto tantissimo affetto ♥♥♥

      Elimina
  10. grazie delle tue parole Vivy.....
    un abbraccio
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Simona! Un bacione grande ♥

      Elimina
  11. e se io non so nuotare? ... ... ... P.s. quando fai un nuovo video?mi piace vederti :-) tvb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaha! Beh! Ma non lo sai che c'è un corso di nuoto apposta per queste occasioni? Ti insegnano lo "Stile di Fede", al contrario dello stile libero in cui si fa fatica, in questo caso basta galleggiare e farsi trasportare ;) e poi... c'è sempre il salvagente di Dio! E' tutto per te ;) :D

      P.s.Grazieeeeeeeeeeee!! Grazie per il tuo incoraggiamento ♥ Beh, se tutto va bene caricherò un video di "aggiornamenti" questo giovedì :D Ti voglio bene anche io ♥♥♥

      Elimina
  12. Le tue parole sono sempre bellissime e profonde Vivy...mi obblighi a fermarmi a riflettere. Purtroppo non ho una Fede grande come la tua e non sono in grado di apprezzare a pieno le tempeste attraverso le quali sono passata ma riconosco che mi hanno aiutata a crescere e sono riuscite a rendermi migliore.
    Un grande abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fede è un dono che ci da il Signore, può essere fin dall'inizio grande, o può essere più "piccola", ma se pure è una semplice fiammella, basta chiederGli di farla diventare un fuoco. E' Lui solo che può alimentarla, per questo continuo a pregare per averla forte in me. Il segreto è davvero nella perseveranza nella preghiera... ♥
      Grazie di cuore e un abbraccione enorme a te ♥

      Elimina
  13. Traspare sempre la tua grande sensibilità, nei tuoi scritti che sono da stimolo per molte riflessioni.
    Condivido il tuo pensiero sulla necessità di arrenderci, accettare ciò che è ed affidarci alla vita, ma purtroppo nella nostra società è proprio quello che ci viene più difficile fare!
    Hai ragione, bisogna attraversare la notte per giungere all'alba, così come bisogna conoscere la tempesta per apprezzare la quiete ^_^
    Un abbraccio
    Serena

    p.s. la foto è bellissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio infinitamente Serena! Scrivere fa riflettere per prima me, oltre che ricordare. Mi rendo conto di alcune cose che sono in me, ma che solo scrivendo trovano una qualche "forma", perciò sono felicissima se posso trasmettere qualcosa in questo modo: ancora grazie ♥ Un abbraccione forte a te!

      P.s. sono felice che ti piaccia!! :D

      Elimina
  14. Come sempre sei riuscita a commuovermi Vivy! Leggendo le tue parole mi sembrava di rivivere quello che ho vissuto anche io. La tempesta perfetta! Quella che pensi ti faccia annegare e ti strappa le ultime forze. Ma poi ti aggrappi a Lui, alle sue braccia rassicuranti e ti ricarichi con la Sua forza e riprendi a nuotare verso la luce. A volte il mare scuro ti avvolge sncora con le sue spire e vuole sommergerti ma la luce è sempre lá a squarciare le tenebre e ad avvolgerti con il suo calore!
    Grazie Vivy perché sai sempre dire grandi verità in modo semplice e poetico e parlando della tua esperienza di vita. Ti stimo!
    Ti abbraccio forte forte
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace che tu abbia vissuto questa tempesta, ma allo stesso tempo ne sono felice, perchè hai potuto sentire le forti braccia del Signore rassicurarti... ora sappiamo che quelle braccia ci saranno sempre per aiutarci ♥
      Sono onorata di avere la tua stima e la cosa come sai è reciproca, grazie davvero infinitamente, non sai che grande incoraggiamento sei per me ♥ Un abbraccio immenso ♥

      Elimina
  15. Anch'io mi sono commossa.Buon weekend da Olgica bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Olgica... ♥♥♥ Un bacione grandissimo a te ♥

      Elimina
  16. Tra una corsa e l'altra con i tuoi post ci si ferma a riflettere ... grazie Vivy ... aspetto i tuoi video, mi piacciono moltissimo ... ciao e serena settimana ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te carissimissima Manu!! Anche per l'incoraggiamento per i video :D Giovedì se tutto va bene caricherò un video su degli aggiornamenti :) Grazie ancora e un bacione grande! ♥

      Elimina
  17. Cara Vivy, rieccomi dopo la grande sfilata di noi alpini a Aquila.
    Vedo che io tuoi post sanno sempre coinvolgere e non si può fare a meno di commuoversi.
    Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso!! E' sempre bello leggerti qui! Grazie davvero di cuore... ♥
      Un abbraccio immenso!

      Elimina
  18. Nuotare nella nostra esistenza è difficile. A volte, anche sapendo muoversi senza andare a fondo, pare di simulare delle bracciate dentro la pece. Ecco perché è utile, ogni tanto, fermarsi a riflettere. Capire dove stiamo andando e per quale motivo lo facciamo: ci lasciamo trasportare dalle onde, oppure siamo noi che decidiamo quale sponda raggiungere?
    In questo momento, guarda caso, fuori dalla mia finestra è in arrivo una brutta tempesta. Eppure, le tue parole hanno la capacità di rendere soave anche il brutto tempo!
    Un sorriso per una solare giornata.
    ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stato gentilissimo a scrivere ciò che hai scritto... sicuramente mi hai regalato un grande sorriso: GRAZIE!
      Un abbraccio grande :D

      Elimina
    2. Un abbraccio e un sorriso per la festa della Repubblica.
      ^____^

      Elimina
    3. Grazie... :D Un sorrisone a te!

      Elimina
  19. Ciao Vivy, cara amica.
    Poco tempo e poca voglia per il blog ultimamente, lo stretto indispensabile.
    Ma quando si torna non si può passare dalle vecchia amiche.
    Periodo di tempesta pure per me questo, troppe cose in testa.
    Leggerti è sempre un piacere.

    RispondiElimina

Se vi va lasciate un commento, e vedrete che dal monitor sorriderò! :D