sabato 16 novembre 2019

Un pensiero di una notte


Un pensiero di una notte, a cui desidero mettere le ali, per volare nel giorno della tua eternità e sussurrare al tuo cuore.
Mamma… mamulina come ti chiamavo spesso, sai quanto ti amo? È passato così tanto da quando te ne sei andata, ero solo una “bambina” di 24 anni. È stata dura non parlarti, perché nonostante le divergenze ti parlavo di tutto; di amore, di amicizie e di desideri.
E allora sai che faccio? Ora ti parlo e mi avvolgo in quel pensiero notturno rendendomi conto che piangere non significa necessariamente essere infelici. No, a volte può essere solo un modo per apprezzare quel dolce dolore che ti congiunge a chi hai perso.
Mi guardo allo specchio e sebbene non ti somigli; ti vedo riflessa in me. In parte nello sguardo ma soprattutto nei sorrisi e nella fede.
Sei stata un arcobaleno pieno di colori, a volte anche scuri. Ma da te ho ereditato la fantasia, la positività, e la tua vitalità sarà sempre il guscio contenente la mia.
La tua bellezza era unica e la tua forza quando hai combattuto il cancro resterà d’ispirazione per me.
Avrei dato la vita per te, e sulle sedie dell’ospedale quel giorno in cui il tempo sembrava essersi cristallizzato, te l’ho detto… la mia vita per la tua. Ed ero sola quando mi dissero letteralmente che eri arrivata al capolinea, parole che mai scorderò. E allora non so come ho inghiottito le lacrime e sono venuta a sorriderti. Perché il sorriso era l’unica cosa che meritavi in quel momento.
Avrei voluto darti di più, amarti sopra il mio egoismo da bambina ma ho fatto ciò che ho potuto, e custodisco gelosamente i valori che ho nel cuore perché li devo a te. So che non sono come vorresti, e so che se tu fossi qui sarei migliore.
Non ti dedico la mia vita imperfetta ma il mio spirito che ti ricerca. Ti dedico l’amore che ho per la mia famiglia, la forza che ho nel camminare quaggiù senza di te, i baci che do ai miei figli pelosi.
Ti dedico i colori che uso per dipingere e i “mondi” che dimorano in ciò che scrivo. Ti dedico le preghiere e la visione di quando ci rivedremo.
Ti dedico mamma, quella parte di me che è uscita da te e che ora mi fa respirare. Fino al giorno in cui ci rivedremo e in quell’abbraccio balleremo. Sono e sarò sempre la tua Viviolì. Ribelle, sì, ma tanto tanto innamorata della sua mamma.
E ora ti lascio andare pensiero di una notte… vola da lei e sussurra al suo cuore per me, poi torna indietro entra nei miei sogni, e fammi dormire serena ancora una volta tra le braccia della mia mamma. ♥





6 commenti :

  1. Che belle parole sai esprimere, la tua mamma ti sorride, come in questa bellissima foto che hai postato. Anche la mia è in cielo e sono certa che le incontreremo di nuovo e allora sarà per sempre. Un abbraccio grande a te, Viviolì.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Cara Vivy, ho sentito un tonfo al cuore, quando ho letto le tue parole, loro pure venivano dal tuo cuore...
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Vivyyyyyy..., mi hai fatto piangere, non importa meglio sfogarsi!!! Chissà le nostre mamme in cielo cosa pensano di noi? Sono convinta che la mia sta soffrendo nel vedermi star male, questa mattina il panico è ritornato ed è un giorno buio come la notte.... la notte che fa pensare ai nostri cari che non ci sono più.
    Un abbraccio infinito sorellina.♥

    RispondiElimina
  4. Che belle parole hai dedicato alla tua mamma cara Vivy.
    È in cielo anche il mio papà e anche io ho voglia di riabbracciarlo e sentire ancora tutto il suo amore.
    Ma ci proteggono e ci sono vicini anche da lassù.
    Un forte abbraccio con affetto
    Maria

    RispondiElimina
  5. Un grande abbraccio amica mia, ogni anno pesa sempre di più, e le feste sono tristi.... andrei volentieri a portare da mangiare a chi ha bisogno. Bacioni ♥♥♥

    RispondiElimina
  6. Wow! this is Amazing! Do you know your hidden name meaning ? Click here to find your hidden name meaning

    RispondiElimina

Se vi va lasciate un commento, e vedrete che dal monitor sorriderò! :D